Cronaca

Inquinamento ambientale, assolti titolari del burrificio casertano Ponticorvo

di Redazione

“Assolti perché il fatto non sussiste”. Con questa formula la presidente della Seconda Sezione Penale del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Valeria Maisto, ieri ha assolto i fratelli Antonino e Giuseppe Ponticorvo, rispettivamente amministratore e legale rappresentante della “Azienda Casearia Ponticorvo srl” che produce e commercializza burro, fondata dal padre Michele negli anni ‘80 ad Alvignano, nell’Alto Casertano. – continua sotto – 

I due giovani imprenditori erano stati rinviati a giudizio dalla Procura sammaritana per il reato di disastro ambientale. Ma la tesi dell’accusa non ha retto al vaglio dibattimentale: i loro difensori, gli avvocati Raffaele e Gaetano Crisileo, hanno dimostrato che gli accertamenti eseguiti dall’Arpac e dal Comando Carabinieri non erano utilizzabili per una serie di difetti procedurali. Il processo era partito nel 2017 quando il pubblico ministero delegato aveva nominato un amministratore giudiziario e aveva chiesto e ottenuto dal giudice un sequestro preventivo, poi revocato una volta provata – dagli avvocati Crisileo – la conformità dell’azienda alle vigenti norme antinquinamento e che gli scarichi di lavorazione erano regolari.

L’indagine era nata nel 2016 a seguito di un controllo a campione di funzionari dell’Arpac che avevano denunciato che alcuni prelievi di acque fatti sul posto erano inquinati. Di conseguenza, era stata inoltrata l’informativa alla Procura della Repubblica, chiesto e ottenuto il sequestro dell’azienda e infine il rinvio a giudizio dei fratelli Ponticorvo per il reato di inquinamento ambientale a fronte dello sversamento di residui di lavorazione casearia e che, in periodi alternati, vi era una non limpida e omogenea colorazione delle acque che confluivano nel canale “Olivella-Spinosa” e nell’affluente del fiume Volturno.

Nel processo si era costituito parte civile il Comune di Alvignano chiedendo il risarcimento dei danni patiti da parte della comunità locale. Oggi, dopo ben 6 anni dai fatti, arriva il verdetto: sentenza di assoluzione nei confronti dei Ponticorvo. Così si pone fine alla dibattuta vicenda giudiziaria in cui era incorsa la nota azienda casertana che opera in Italia e all’estero insieme alle aziende dei fratelli del fondatore Michele che esportano prodotti caseari, tra cui la mozzarella, anche in Paesi dell’Asia Orientale, in particolare in Giappone.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico