Cronaca

Arzano, minacce al comandante Chiariello: arrestato esponente del clan Monfregolo

di Redazione

Svolta nelle indagini sulle minacce rivolte al comandante della Polizia municipale di Arzano (Napoli), Biagio Chiariello. Coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia, i carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Mariano Monfregolo, 39 anni, fratello di Giuseppe e di Raffaele, ritenuti i reggenti dell’omonima famiglia criminale di Arzano. Divieto di dimora, invece, per un 21enne, nipote di Monfregolo. – continua sotto –

I due sono accusati di “minaccia a pubblico ufficiale” aggravata dalle modalità mafiose nei confronti del comandante Chiariello dopo i controlli risalenti allo scorso febbraio nel cosiddetto rione della “167” di Arzano, eseguiti insieme ai carabinieri e finalizzati a fronteggiare l’occupazione abusiva di alloggi popolari e il fenomeno degli abusi edilizi. In particolare, fu affisso un manifesto funebre, con tanto di nome e foto di Chiariello, rinvenuto nell’atrio del Comando con alcuni fiori, su cui si leggeva: “Il 10 marzo è deceduto il signor Biagio Chiariello: Colonnello qui siamo ad Arzano no a Frattamaggiore qui il casino non ci piace”.

Intanto, il comandante Chiariello è stato ascoltato per oltre un’ora oggi dalla Commissione Parlamentare antimafia, presieduta da Nicola Morra, che si è riunita a Caivano, nella chiesa di San Paolo Apostolo del parroco Maurizio Patriciello, anche lui nei giorni scorsi oggetto di minacce.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico