Società

Aversa, vittime innocenti delle mafie: 1000 studenti aversani alla marcia di Libera

di Redazione

Aversa (Caserta) – Ampia e sentita la partecipazione delle scuole aversane ai momenti di memoria organizzati in questi giorni nel nostro territorio in occasione del 28esimo anniversario dell’uccisione di Don Peppe Diana (19 marzo) e della Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie (21 marzo); in particolare, quasi 1000 studenti aversani parteciperanno alla marcia nazionale organizzata da Libera contro le mafie che si terrà a Napoli proprio il 21 marzo. Ad accompagnare le scuole ci saranno l’Amministrazione comunale e una delegazione di associazioni e cittadini. – continua sotto –  

“Voglio esprimere un sentito ringraziamento da parte di tutta l’Amministrazione comunale e da parte della comunità cittadina aversana – commenta il sindaco Alfonso Golia – nei confronti della comunità studentesca aversana: come prevedibile, la risposta all’invito a partecipare alla marcia nazionale a Napoli il 21 marzo in occasione della Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie è stata numerosa ed entusiastica. Il 21 marzo sarà l’occasione per portare nelle strade del nostro capoluogo di regione anche la voce del nostro territorio, della nostra gente, per dire no all’oppressione della camorra e di tutte le forme di criminalità: ne abbiamo bisogno, soprattutto in un momento storico come questo dove gli accadimenti, gravissimi e influenti sulle nostre vite, della pandemia da Covid-19 negli ultimi due anni e del conflitto in Ucraina ora, potrebbero rischiare di oscurare mediaticamente un fenomeno purtroppo invece sempre presente nel nostro Paese, e addirittura in una fase di violenta recrudescenza nella nostra terra, come quello mafioso”.

“Il 19 marzo del 1994 – ricorda il consigliere comunale Mariano Scuotri – la camorra ammazzava brutalmente Don Peppe Diana; oggi, dopo 28 anni, questa giornata è divenuta per noi, donne e uomini, giovani e meno giovani di questa terra, il momento di riflessione e memoria sui valori della giustizia, della legalità, e sulla necessità di non abbassare mai la guardia nel portare avanti la battaglia contro ogni forma di criminalità”. “Oggi – continua Scuotri – sono felice di constatare che la comunità studentesca e scolastica della nostra città vivrà il momento simbolico ma carico di significato della marcia nazionale organizzata da Libera Contro le mafie portando una delegazione di oltre 700 studenti di tutte le scuole. Il 25 marzo ospiteremo ad Aversa don Maurizio Patriciello, e sempre con le scuole creeremo un momento di dibattito e confronto su come contribuire alla lotta ai crimini ambientali e su come realisticamente fare la nostra parte per rendere le nostre vite sempre più ecosostenibili”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico