Cronaca

Monaco, accoltella passeggeri in stazione ferroviaria e urla “Allah Akbar”

di Gabriella Ronza

Succede alla stazione di Grafing, nei pressi di Monaco di Baviera, verso le 5 di questa mattina, una persona morta e tre ferite: è questo il bilancio di un’aggressione perpetrata da un uomo armato di coltello.

A riferirlo sono stati i media tedeschi. Secondo alcuni testimoni, il presunto aggressore avrebbe urlato “Allah Akbar”, idioma islamico ormai tristemente famoso che significa “Dio è grande”, prima di attaccare i passeggeri.

Subito dopo l’aggressione l’uomo è stato arrestato: si tratta di un giovane tedesco senza precedenti penali di 27 anni, identificato come Rafik Youssef.

Si ipotizzano “motivazioni politiche” dietro l’aggressione. “L’aggressore ha fatto affermazioni, nel momento in cui commetteva il delitto, che lasciano concludere vi sia una motivazione politica”, hanno affermato gli investigatori.

La procura ha infatti dichiarato che l’aggressore ha agito “apparentemente per motivazioni islamiste”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico