Home

Lavoratori militari, l’ex ministro Trenta a Napoli per il convegno del sindacato Lrm

Napoli – Nella splendida cornice del circolo Ilva di Bagnoli, a Napoli, sabato 26 ottobre, si è tenuto il convegno “La libertà sindacale dei lavoratori militari”, organizzato dall’associazione sindacale “Libera Rappresentanza dei Militari”. Il meeting, moderato dal presidente del dipartimento famiglia di Lrm, Stefano De Rosa, ha visto partecipare, fra gli altri, Elisabetta Trenta, già ministro della Difesa, promotrice della circolare ministeriale che concede agilità sindacale ai militari e tramite cui fu dato assenso al passaggio di Libera Rappresentanza dei militari a vero e proprio sindacato costituito. Una novità nel panorama dei corpi intermedi dello Stato che attende, adesso, l’ultimo ma fondamentale step, quello legislativo ad opera del Parlamento atto a definire gli aspetti giuridico amministrativi.

A fare gli onori di casa il presidente del Circolo Ilva, Vittorio Attanasio, e il responsabile delle relazioni esterne, dottor Gugliemo Santoro. Al tavolo, ad accogliere ed intervenire, oltre ai soci fondatori di “Libera Rappresentanza dei Militari”, ovvero Girolamo Foti (presidente), Sandro Frattalemi (vicepresidente) ed il dottor Marco Votano (segretario generale del sindacato Lrm), vi erano Salvatore D’Apice, Angelo Poli e Luigi Sorrentino, rispettivamente presidente, segretario e vicesegretario regionale di Lrm Campania.

Diversi gli interventi in un pomeriggio pieno di confronto. Hanno preso parola esponenti delle istituzioni quali la senatrice Laura Garavini (vicepresidente Commissione Difesa); il deputato Paolo Russo (Commissione Bilancio), il senatore Francesco Urraro (Commissione Giustizia), il generale Carmine De Pascale (consigliere regionale Campania). A relazionare sono stati anche la dottoressa Francesca Beneduce, che ha trattato il delicato tema dei suicidi nelle forze armate, i ricongiungimenti familiari e le pari opportunità; il dottor Vincenzo De Luca, il quale ha affrontato il tema dell’indebitamento del personale militare e il diritto alla casa; Giuseppe Raimondi, segretario nazionale del sindacato di Polizia Coisp per Napoli; la dottoressa Giuseppina Albanese, direttore didattico centro studi Cesu convenzionato con Lrm; Raffaele Capuano, presidente provinciale Lrm Napoli.

Con un inaspettato fuori programma è stato attribuito un pubblico riconoscimento, con relativa consegna di targa, al dottor Stefan Nicolae, responsabile informatico di Lrm, per il contributo apportato alla digitalizzazione delle attività del sindacato per le quali Lrm è stata premiata lo scorso 25 settembre con il prestigioso premio “Ambiente e Società”. Toccante il momento in cui è stata consegnata una targa al maresciallo ordinario ruolo d’onore Carmine Pedata, vittima di un attentato in Afghanistan. Riconoscimento ed incoraggiamento anche per Stefania Giannattasio e suo figlio, che hanno perso sul fronte il sergente maggiore capo Roberto Valente, il 17 settembre del 2009.

Protagonista anche la pittrice Giovanna Lettieri, la quale ha consegnato un dipinto raffigurante Sophia Loren a Vittorio Attanasio ed un ritratto raffigurante Elisabetta Trenta proprio all’ex ministro della Difesa. Tra gli ospiti e partecipanti anche il presidente regionale dell’Emilia Romagna per Lrm, Gianluca Priolo; il presidente di “Assolympo”, professor Calogero Di Carlo; il cavalier Nicola Passarelli, presidente del Dipartimento vittima del dovere; il presidente della sezione di Quarto, Vincenzo Biondi. L’evento è stato trasmesso in diretta nazionale, con la regia del responsabile alla comunicazione del sindacato Lrm, Salvatore Ricco Galluzzo, tramite il canale streaming di WebLive Tv.

IN ALTO IL VIDEO, GUARDA ANCHE LE FOTO CLICCANDO QUI

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico