Home

L’arte di piegare la carta: nasce “Fold It”, l’Accademia Italiana Origami

Dopo tanto lavoro ed impegno ha preso ufficialmente vita “Fold It”, l’Accademia Italiana Origami (dal giapponese: arte di piegare la carta), associazione nata dalla collaborazione di Lorenzo Bernocco (presidente), Michele Guida (vicepresidente), Federico Scaccia (tesoriere), Roberto Ciancia (segretario), Vito Regina e Alessia De Nucci (membri del consiglio direttivo).

Come racconta il vicepresidente Guida, originario di Gricignano (Caserta), l’idea di creare un’associazione “nasce da un ragazzino pugliese che chiese aiuto a me e a Lorenzo per la realizzazione di alcuni origami. Oggigiorno con l’avvento della tecnologia molta gente che si avvicina al mondo degli origami segue video tutorial su YouTube, pochi conoscono i diagrammi e sanno leggerli correttamente dai libri”.

Così Michele e Lorenzo hanno iniziato ad aiutare altre persone tramite una pagina Facebook, ed è nata l’idea dell’associazione. Secondo il presidente Lorenzo Bernocco “è importante diffondere il più possibile l’arte dell’origami che purtroppo è poco conosciuta e associata a semplici giochi infantili. Molti ignorano infatti che dietro ai modelli c’è un lunghissimo lavoro, vengono impiegati mesi di progettazione e parecchie ore per la realizzazione, questa è un’arte difficile e per poterla padroneggiare bisogna affidarsi agli insegnamenti di qualche origamista oppure iniziare da autodidatta”.

L’obiettivo è appunto quello di diffondere l’arte dell’origami, di poterla trasmettere ad altre persone ed aiutare chi la conosce già a migliorarsi. Lo scopo è quindi anche quello di organizzare un piano di corsi sparsi sul territorio italiano che possano comprendere tutte le tecniche e le varie ramificazioni di quest’arte.

L’associazione è aperta a tutti, non ci sono limiti di età per imparare questa tecnica, come sottolinea il presidente: “Personalmente ho avuto delle esperienze d’insegnamento sia nelle scuole elementari che nelle case di riposo”. Bernocco si è avvicinato all’arte dell’origami all’età di otto anni, come lui stesso testimonia, infatti: “Ho conosciuto l’arte dell’origami grazie a mio padre, all’epoca ho avuto dei problemi di salute e sono stato ricoverato in ospedale per quasi due mesi. Per farmi passare il tempo, mio padre mi ha insegnato a fare le classiche rane che saltano e da lì ho iniziato ad appassionarmi tantissimo. Durante i giorni di degenza i miei genitori mi hanno regalato molti libri, e ho iniziato a piegare ogni pezzo di carta che trovavo. In seguito, ho continuato a coltivare questa passione, sono diventato socio di associazioni italiane e straniere, piegando modelli sempre più complessi”.

Da parte sua, Michele Guida si è avvicinato al mondo degli origami durante l’adolescenza: “Ho conosciuto l’arte dell’origami da un libro che mi fu regalato da un’amica di famiglia. Rimase lì fino a quando non mi fratturai un piede e, costretto a letto, iniziai a sfogliarlo. La passione crebbe e navigando in rete conobbi Lorenzo Bernocco, l’attuale presidente, che mi accolse in questo mondo”.

I loro piani per l’immediato futuro? Iniziare proponendo cinque o sei corsi annuali, con la speranza di riuscire a coprire più zone possibili dell’Italia, di migliorare e crescere come associazione.

Sito web: www.foldit-origami.it

Mail per informazioni:  info@foldit-origami.it

IN ALTO UNA GALLERIA DI IMMAGINI (attendere caricamento)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico