Trentola Ducenta

Lite familiare finisce in tragedia: quattro morti

Trentola Ducenta – È un bilancio di quattro morti quello della sparatoria avvenuta nella cittadina aversana di Trentola Ducenta.

La drammatica vicenda si è consumata nella mattinata di domenica tra le mura dell’appartamento della famiglia Verde, in via Carducci. Secondo gli inquirenti, il massacro sarebbe scaturito da futili motivi di vicinato.

Le quattro vittime, rispettivamente il capofamiglia, la moglie, il figlio e un vicino di casa legato in parentela con la famiglia Verde sono stati uccisi con diversi colpi di arma da fuoco sparati da un agente di polizia penitenziaria, vicino di casa, Luciano Pezzella, 49 anni.

Le vittime sono Michele Verde, titolare di una ditta di ortofrutta, la moglie Vincenzina, il figlio Pietro e Franco Pinestra di San Marcellino, dipendente della ditta del capofamiglia, che si trovava sul posto per sistemare alcune cassette di frutta.

Durante la sparatoria si è salvata miracolosamente una ragazza, fidanzata di Pietro Verde, ucciso nella mattanza, che è riuscita a dileguarsi dall’appartamento, mentre Pinestro è rimasto prima ferito gravemente e poi è morto in seguito all’ospedale Moscati di Aversa. Sembrerebbe che l’uomo sia stato raggiunto indirettamente da diversi colpi di arma da fuoco.

Sul luogo sono giunti in breve tempo i carabinieri di Aversa, allertati dai vicini di casa, che stanno effettuando i primi rilievi nell’appartamento di via Carducci.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico