Campania

Chiaiano, un bene confiscato intitolato ad Amato Lamberti

 NAPOLI. Dopo 13 anni di abbandono istituzionale il bene confiscato “fondo rustico” in località Martino di Fuschi di Chiaiano riapre i cancelli per essere restituito alla società.

Un bene confiscato di circa 14 ettari di vigneto e pescheto lasciato nelle mani della camorra nonostante la confisca per più di un decennio. Già nel luglio dell’anno scorso fu avviato, protempore, un affidamento – da parte della VIII Municipalità – all’associazione (R)ESISTENZA che li vi ha prodotto marmellate di pesca, succhi di frutta, organizzato la prima festa della vendemmia e distribuito i frutti della terra al vicinato e ai ragazzi delle scuole durante la festa inaugurale dell’anno scolastico, nella villa comunale di Scampia, in presenza delle autorità.

Le confetture e i succhi sono inoltre finiti all’interno l’inioziativa “Facciamo un pacco alla camorra” promossa dal Comitato Don Peppe Diana (Ce) e dal Consorzio NCO (Nuova Cooperazione Organizzata). Nel 2013 con un affidamento definitivo voluto dal Comune di Napoli, con parere favorevole della magistratura, all’associazione (R)ESISTENZA è stata ridadita la fiducia, visti i risultati ottenuti.

L’associazione anticamorra insieme alla neonata Cooperativa sociale (R)ESISTENZA e in rete con scuole, associazioni, cooperative ed Istituzioni, avvierà sul fondo progetti di inserimento lavorativo di adolescenti e minori, progetti concepiti come unica alternativa concreta al lavro criminale. Il Fondo sarà ribattezzato col nome “Selva Lacandona” per l’importanza storica, culturale e sociale dell’omonima foresta presente nello Stato del Chiapas in Messico e manterrà in ricordo commemorativo la dedica al Prof. Amamto Lamberti.

ore 10.30: passeggiata sul bene confiscato

ore 10.45: inaugurazione del bene confiscato con

Presentazione attività 2013/2014

Presentazione della COOPERATIVA SOCIALE (R)ESISTENZA,

Presentazione dell’OFFICINA DELLE CULTURE “GELSOMINA VERDE” DI SCAMPIA.

INCONTRO/DIBATTITO

Bene confiscato “SELVA LACANDONA – AMATO LAMBERTI”

un’occasione di lavoro, sviluppo, cultura dell’area a nord di Napoli?

Saluti istituzionali:

Angelo Pisani Presidente, VIII Municipalità di Napoli

Carmine Piscopo, assessore alla Politiche Urbane del Comune di Napoli

Annamaria Palmieri, assessore all’Istruzione del comune di Napoli

Francesco Pinto, Direttore RAI di Napoli

Modera:

Don Tonino Palmese, Libera Campania;

Intervengono:

Ciro Corona, Presidente associazione (R)ESISTENZA

Egidio Giordano, Cooperativa sociale (R)ESISTENZA

Giuliano Ciano, Consorzio NCO (Nuova Cooperazione Organizzata);

Dott. Prof. Ugo Marani, docente di Politica Economica, Federico II;

Padre Alex Zanotelli;

Dr. Federico Cafiero de Raho, Procuratore aggiunto e coordinatore della DDA di Napoli.

SALUTO FINALE: BRINDISI COL VINO FALANGHINA “CASA PUTANEA” PRODOTTO SUL BENE CONFISCATO.

SARA’ PRESENTATO L’AVVISO PUBBLICO PER L’AVVIO DI ORTI SOCIALI SUL BENE CONFISCATO.

Aderiscono inoltre (Per ora): Associazione Nazionale Antimafia “Antonino Caponnetto”, Comitato Vele Scampia, associazione “Realtà Futura”, Presidio Antidiscarica Chiaiano, associazione “Volontari per napoli – ripuliamo napoli”, Rete Commons

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico