Cronaca

Crispano, chiedono “pizzo” a ditta impegnata in lavori pubblici: 2 arresti

di Redazione

Crispano (Napoli) – Tra Crispano e Frattaminore, a nord di Napoli, i carabinieri hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, nei confronti di Antonio Esposito, 53enne, e Bruno Franzese, 40enne, ritenuti gravemente indiziati di una tentata estorsione, aggravata dal metodo mafioso, ai danni di una ditta edile impegnata in lavori di riqualificazione del centro storico di Crispano. – continua sotto – 

Le indagini, condotte dai militari della sezione operativa della compagnia di Casoria e coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli, sono state avviate a seguito di una denuncia presentata dal titolare della ditta lo scorso mese di aprile, sviluppandosi tramite attività informativa, analisi dei sistemi di videosorveglianza e successiva individuazione fotografica, da parte della vittima, dei due presunti autori della richiesta di “pizzo”, consistente nel pretendere il 3% dell’importo dei lavori ammontante a 600mila euro, nelle classiche “tre comode rate” a Pasqua, Ferragosto e Natale.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico