Economia

Concessionaria di pubblicità online, cos’è e come lavora

di Redazione

Sembra strano, ma quando si parla di concessionarie pubblicitarie si pensa sempre ai cartelloni stradali o alla tv, quasi mai a quelle online. Molte volte infatti, visto che il web è percepito come alla portata di tutti, si cade nell’errore di pensare che sono direttamente le grandi aziende (come i grandi marchi), ma anche le medio-piccole, a farsi pubblicità da sole, la realtà però è ben diversa. – continua sotto –

Non tutti sanno, o comunque immaginano, che generalmente non sono direttamente le aziende ad occuparsi dell’advertinsing e, proprio come si fa con i media tradizionali, queste affidano le loro campagne ad una concessionaria di pubblicità online oppure, per ampliare la copertura, ai centri media che si occupano della gestione delle loro campagne.

Ma le concessionarie pubblicitarie online non si fermano solo a questo: esse infatti collaborano a stretto contatto con i pulissero, ovvero tutti quegli editori che possiedono dei siti di qualità e tramite i quali monetizzano gli spazi dedicati alla pubblicità.

Come vengono gestite le campagne – Solitamente sia i centri media che le concessionarie, possono gestire le campagne sia a livello globale che in modo targetizzato, ovvero scegliendo “l’audience” è quindi la tipologia di pubblico a cui mostrarle in base alla localizzazione, età, genere, e così via. – continua sotto –

Tutte le campagne vengono erogate attraverso dei formati pubblicitari che possono contenere annunci testuali, video, immagini ed altro. A seconda della tipologia di campagna possiamo identificare diversi tipi di banner come ad esempio la skin, l’overlay, il 300×250, il 970×250, il 300×600, il 728×90, e così via.

Una concessionaria pubblicitaria digitale può avere un orientamento da network verticale, e quindi contenente siti che trattano tutti lo stesso argomento, ad esempio di sport, oppure generalisti, come lo sono a volte le testate giornalistiche. Se questi siti in questione erogano, ad esempio, 700.000 impression (visualizzazioni) pubblicitarie giornaliere, un’inserzionista che intende promuovere un prodotto o un servizio, può decidere di allocare il proprio budget per una campagna pagata a CPM oppure con altre formule, alla concessionaria che erogherà la campagna su siti di nicchia o giornalistici (a seconda delle richieste del cliente).

CPM significa Costo per Mille e viene usato nella vendita di spazi a “visualizzazione”, ma le campagne possono essere pagate anche seguendo altre formule, ad esempio il Costo per Click. Ci sono anche campagne con un Costo per Action, che scatta solo al compimento dell’utente di un’azione, ad esempio l’inserimento dei propri dati, sulla landing page (pagina di atterraggio) a cui si viene indirizzati una volta che si clicca su un banner pubblicitario. – continua sotto –

I vantaggi di affidarsi ad una concessionaria pubblicitaria – Giunti fin qui, vi starete chiedendo: quali sono i principali vantaggi di affidarsi ad una concessionaria pubblicitaria?

  • Per gli inserzionisti:
  • non dovranno occuparsi della gestione delle campagne, la concessionaria si occuperà di tutta la parte operativa;
  • non dovranno pensare a come massimizzare i risultati, la concessionaria si preoccuperà di farlo sulla base degli indicatori concordati (visualizzazioni, click, azioni, ecc);
  • non dovranno preoccuparsi dei requisiti tecnologici necessari all’erogazione delle campagne;
  • potranno seguire l’andamento della campagna attraverso un report fornito dalla concessionaria, o attraverso i propri report interni per calcolare i risultati ottenuti ed incrociarli con altri indicatori interni.
  • Per gli editori:
  • potranno monetizzare gli spazi del proprio sito con semplicità trattando la concessionaria come un unico grande Cliente;
  • non dovranno pensare né alla gestione ne all’implementazione delle campagne, la concessionaria si occuperà di tutta la parte operativa;
  • non dovranno preoccuparsi di massimizzare i risultati, sulla base dei propri obiettivi la concessionaria si preoccuperà di massimizzare i risultati in maniera continuativa nel tempo;
  • non dovranno preoccuparsi dei requisiti tecnologici necessari all’erogazione delle campagne;
  • potranno seguire la redditività dei propri spazi attraverso un report fornito dalla concessionaria e potranno incrociare questi dati con altri indicatori interni.

Affinché si possa ottenere un risultato vincente, è importante che tutte le parti collaborino e comunichino tra di loro: solo così sarà possibile riuscire a raggiungere con successo gli obiettivi prefissati.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico