Politica

Parete, Feliciello: “Il progetto della torre dell’acqua c’è, ma l’opposizione non lo sa”

di Franco Terracciano

Parete (Caserta) – “La ‘torre’ per l’acqua? Già c’è il progetto, ma forse l’opposizione non lo sa”. Questa la stoccata dell’assessore Pietro Feliciello, nel Consiglio comunale del 12 maggio, al capogruppo dell’opposizione, Giuseppe D’Alterio, che aveva illustrato l’atto di indirizzo alla Giunta comunale in merito alla costruzione di una torretta piezometrica per risolvere la storica carenza idrica nel paese. – continua sotto –  

Una carenza che ha sempre provocato, non solo in estate, le vibrate proteste da parte dei residenti, soprattutto della zona che circonda il Comune, la più colpita dalla mancanza d’acqua. L’assessore Feliciello, sempre nell’ultimo consiglio comunale, ha ricordato che, il 12 ottobre del 2021, la Giunta comunale ha approvato la delibera numero 102 per richiedere un finanziamento di 3 milioni e 785mila euro relativo all’installazione di una torretta piezometrica, con la capienza di tremila metri cubi e trentamila litri d’acqua, da posizionare ai confini di Giugliano.

“Quando si chiedono i finanziamenti pubblici – ha dichiarato l’assessore Feliciello – i tempi burocratici sono sempre indeterminati e complesso è l’iter delle urgenze. Tutte le amministrazioni del passato, e pure la nostra, si sono dovute confrontare con il drammatico problema della carenza idrica e le grandi perdite d’acqua causate dalle condotte obsolete. Ma pensare di sostituire tutta la rete idrica locale è un sogno oneroso”.

Una triste e reale e amara realtà, tant’ è vero che l’assessore Emiliano Pagano ha affermato che il territorio di Parete, a causa delle vistose perdite d’acqua, forse galleggia su un lago sottostante. “Come amministrazione comunale – ha continuato Feliciello – stiamo intervenendo sui lavori di riqualificazione delle arterie pubbliche per sostituire le vecchie condotte, come avvenuto in via della Repubblica e come avverrà per i lavori che dovranno realizzarsi in via Marconi e via Vittorio Emanuele. Per il momento, rafforzeremo i punti di presa dell’acqua e cercheremo di aumentare la pressione per alleviare il problema idrico dei residenti più in sofferenza”. – continua sotto –  

Alla fine della discussione consiliare, la maggioranza e l’opposizione, che ha ritirato l’atto di indirizzo, che è stato mutato in interrogazione, hanno riaffermato la volontà di risolvere insieme uno dei più gravi e irrisolti problemi del paese.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico