Politica

Mondragone, fondi Governo “dirottati” su Tari: il caso finisce in Parlamento

di Redazione

Mondragone (Caserta) – La vicenda dei fondi ricevuti dal Governo per acquisti di alimenti e sostegno alle famiglie per canoni di locazione e utenze domestiche, che il Comune di Mondragone avrebbe relegato a “bonus una tantum” e “dirottato” il resto (circa 450mila euro) a “riduzioni Tari per le utenze domestiche” (leggi qui), finisce in Parlamento con un’interrogazione a firma dei senatori Santillo e Vaccaro del Movimento 5 Stelle rivolta ai ministri dell’Interno e delle Finanze (leggi qui il documento). – continua sotto –

A renderlo noto è l’Ambc – Associazione Mondragone Bene Comune che aveva denunciato il caso. A tal proposito, il sodalizio, in una nota, ora commenta: «L’Ambc ha denunciato pubblicamente la vergognosa vicenda dei soldi che il sindaco Virgilio Pacifico da diversi mesi ha ricevuto dal Governo per i cittadini più bisognosi e che continua a trattenere nelle casse comunali. E ha segnalato (con 2 esposti) la questione ai ministri dell’Interno e dell’Economia e Finanze, al Prefetto di Caserta e alla Procura della Corte dei conti. Sottolineando, in particolare, la scelta scellerata (e anche un po’ da “poveracci”) di dirottare la gran parte dei fondi, ben 450mila euro, sulla Tari – escludendo qualsiasi altra utenza domestica al sol fine di “dedicare” questi soldi alla “voragine rifiuti” – e la mancata trasparenza su tutti i fondi per il welfare che sono stati inviati dal Governo in questi anni di pandemia. Sappiamo che la nostra denuncia è all’attenzione delle amministrazioni competenti. E ora, grazie agli amici del Movimento 5 Stelle di Mondragone, che hanno attivato i senatori Santillo e Vaccaro, la vicenda è approdata anche in Parlamento, al Senato».

«Le “figuracce” dell’Amministrazione Pacifico – prosegue Ambc – continuano, intanto, a fioccare: la minoranza consiliare del leader del centrodestra Giovanni Schiappa ha denunciato nei giorni scorsi l’ennesimo grave “pasticcio in salsa Bonuglia”. C’è anche la nota della Cosfel che fa chiarezza – ancora una volta – dell’assoluta incapacità di questa amministrazione e delle gravissime responsabilità in capo alla segretaria comunale e all’ “uomo dei conti” – che non tornano mai – che avrebbero dovuto vigilare e fermare per tempo Bonuglia».

«E a dimostrazione delle ragioni dell’Ambc (quante in questi anni!) e dei torti di Pacifico (sempre più ricorrenti), – prosegue la nota dell’associazione – segnaliamo che dopo la nostra denuncia circa i soldi aggiuntivi del Fondo di Solidarietà Comunale concessi dal Governo per il welfare (e che avevamo addirittura sottostimato), soltanto il 22 dicembre scorso la Giunta ha deliberato di disporre il trasferimento all’Ambito C10 della somma di 248.925,02 euro assegnata al Comune quale incremento del fondo di solidarietà comunale, come previsto dall’articolo 1, comma 791, della legge 30 dicembre 2020. Riteniamo che tale trasferimento sia un altro grave errore e che i soldi andavano spesi entro il 31 dicembre 2021».  – continua sotto –

Ambc, infine, segnala quella che ritiene «la grave anomalia relativa all’assunzione di 4 assistenti sociali per le esigenze dell’Ufficio di Piano – Ambito C10 (Deliberazione di Giunta numero 118 del 23 dicembre 2021) dovuta al fatto che non si sono mai dotati di apposito regolamento della Giunta per l’utilizzo di graduatorie di concorsi di altri enti».

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico