Società

Aversa, nella chiesa della SS.Trinità i vincitori del concorso Cimarosa-Rotary

di Redazione

Aversa (Caserta) – Cresce l’attesa per conoscere la terna che si affermerà alla 12esima edizione dell’International Flute Competition “Domenico Cimarosa” – Premio Rotary, tra i più prestigiosi concorsi flautistici, riconosciuto a livello internazionale, e sicuramente la più importante kermesse che si tiene ad Aversa per onorare il suo illustre “figlio”, il compositore Domenico Cimarosa, nato nella città normanna nel 1749, e poi affermatosi come uno dei maggiori musicisti del Settecento europeo. – continua sotto –  

L’iniziativa, nata nel lontano 1999, da una idea del flautista aversano, il maestro Fabio Di Lella, è da sempre sostenuta dal Rotary Club “Aversa Terra Normanna”. Quest’anno, pur con tutti i limiti della pandemia, sono arrivati in città, circa una trentina di flautisti provenienti da diverse nazioni, dal Venezuela alla Corea del Sud, dalla Francia alla Colombia, tanto per citarne alcune, per cercare di vincere uno concorso che costituisce un vero e proprio trampolino di lancio per le carriere concertistiche di questi giovani musicisti. In programma per loro anche visite guidate affinché conservino un bel ricordo della città normanna, oltre ovviamente gli esiti della competizione.

La serata di premiazione organizzata dal Rotary Club Aversa Terra Normanna, si terrà venerdì 3 dicembre, alle ore 18.45, nella chiesa della SS.Trinità (parrocchia di Sant’Audeno). Per partecipare l’ingresso è libero, ma bisogna esser muniti di green pass e con prenotazione obbligatoria alla mail: rotaryaversacimarosa@gmail.com, fino ovviamente all’esaurimento posti.

“Quest’anno – dichiara il presidente del Rotary aversano, il commercialista Francesco Matacena – terremo il concerto e la serata di premiazione nella chiesa della SS.Trinità, conosciuta anche fuori le mura, come la chiesa della Musica. In essa infatti sono custoditi gli atti di battesimo dei due musicisti immortali nati nella nostra città, Cimarosa e Jommelli. In questi giorni è bello vedere tutti questi giovani artisti, provenienti anche da oltre oceano, aggirarsi con gli strumenti nelle sale dell’hotel, ma anche passeggiare per Aversa alla scoperta di monumenti e suggestioni. Il concorso si sta ritagliando sempre di più una dimensione mondiale, e non solo il club Rotary Aversa Terra Normanna, ma anche il Distretto 2101 a cui il club aversano appartiene, e da quest’anno addirittura l’organismo internazionale Rotary Foundation, sostengono questa iniziativa, vero orgoglio distintivo della nostra città e del nostro club. Ringrazio tutti coloro che si prodigano, nonostante il momento difficile che il mondo intero sta attraversando, alla riuscita dell’iniziativa. A cominciare dal governatore del Distretto 2101, dottor Costantino Astarita, dall’assistente del governatore, la dirigente scolastica Adele Vairo e dal formatore del club, il dottor Gianpaolo Iasselli. E ovviamente non dimentico Fabio Di Lella, anche lui rotariano, e direttore artistico del concorso e don Michele Salato, parroco di Sant’Audeno, per la sua disponibilità”. – continua sotto –  

I giovani musicisti, oltre alla competizione, hanno avuto modo di conoscere, grazie ad un intervento della Camera di Commercio e all’interessamento del vicepresidente Maurizio Pollini, i prodotti tipici del territorio, a cominciare dall’immancabile mozzarella e dal vino asprinio. Inoltre, la giuria ha anche visitato, in uno dei pochi momenti di pausa, alcuni monumenti tra cui il bellissimo complesso di San Francesco delle monache, dove il rettore don Pasqualino De Cristofaro, oltre che alla amabile accoglienza ha fatto da cicerone in inglese e francese agli ospiti canadesi e austriaci. La serata di venerdì 3 dicembre sarà condotta dal giornalista Giuseppe Lettieri, esperto cimarosiano, e dalla violinista Angela Musco.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico