Cronaca

Usa, auto su parata di Natale in Wisconsin: almeno 5 morti e oltre 40 feriti. Fermato un rapper

di Redazione

Almeno 5 persone sono morte e più di 40 sono rimaste ferite dopo che un’auto è piombata ad alta velocità su una parata natalizia a Waukesha, cittadina di oltre 60mila abitanti, a circa 30 chilometri da Milwaukee, in Wisconsin. E’ stato fermato un uomo sospettato di essere il guidatore del Suv: si tratta di un 39enne uscito di carcere due giorni fa. – continua sotto –

L’episodio si è verificato intorno alle 17 locali durante una parata che dà inizio alle festività natalizie e che è uno dei più grandi eventi della città, che quest’anno celebra i suoi 125 anni. Il Suv che ha investito il corteo, secondo alcuni testimoni, ha accelerato proprio dietro una banda scolastica. Poi ci sono state scene di panico, con gente che urlava e scappava. Le prime immagini apparse sui social network hanno mostrato un Suv rosso (un Ford Escape, secondo alcuni) arrivare a grande velocità dal fondo della parata. In altre immagini si vede lo stesso mezzo fuggire dopo aver infranto alcune barriere. Le persone ferite in tutto sono più 40, buona parte delle quali sono bambini. Le forze dell’ordine hanno riferito in un breve briefing di aver recuperato il veicolo che ha investito il corteo.

La persona sospettata di essere stata alla guida è al momento in custodia. Si tratta del 39enne Darrell Edward Brooks Jr, un rapper afroamericano che si fa chiamare “MathBoi Fly” e già responsabile di una lunga lista di reati. Secondo gli investigatori è possibile che il conducente del Suv stesse fuggendo dalla scena di un altro crimine e, in particolare, da una rissa con coltello. Dalle prime indagini inoltre non sono emersi legami col terrorismo domestico o internazionale, né con il controverso verdetto di Kenosha, sempre in Wisconsin. Brooks era stato rilasciato dal carcere due giorni fa dopo aver pagato una cauzione di mille dollari. In passato è stato accusato, tra l’altro, di resistenza all’arresto, percosse, tentativo di strangolamento e soffocamento, distruzione di proprietà, possesso illegale di armi da fuoco, violenza domestica, molestie sessuali.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico