Cultura

Aversa e gli “Eroi della Storia”: gran finale il 28 novembre. Anche il sindaco Golia in versione cartoon

di Antonio Arduino

Aversa (Caserta) – Gran finale domenica 28 novembre per la manifestazione “Eroi della Storia” che dal 22 ottobre ha coinvolto decine di studenti nelle 11 tappe effettuate nelle scuole aversane. L’evento, finalizzato a diffondere la conoscenza della storia della città di Aversa e della regione Campania a bambini e ragazzi tra gli 8 ei 20 anni, attraverso l’uso dei fumetti, l’animazione, il modellismo, è stato reso possibile grazie alla sinergia tra l’Amministrazione cittadina, l’Assessorato alla Cultura e la Diocesi di Aversa. – continua sotto –

L’ideazione e la direzione artistica della manifestazione è stata di Ciro Sapone, patron dell’Accademia del Fantastico di Santa Maria Capua Vetere, struttura di formazione e alta specializzazione in Comunicazione Cross-mediale e digitale. “La tappa finale, quella conclusiva, fissata per il 28 novembre sarà – anticipa Sapone – una grande Cosplay e Reenactors Parade in piazza Vittorio Emanuele che vedrà sfilare sul palcoscenico naturale della piazza, presentati dal professor Onecc, un archeologo viaggiatore del tempo ispirato alla figura del noto personaggio della Rai Luigi Necco, personaggi storici come i musicisti Jommelli e Cimarosa, il Conte Normanno Rainulfo DrengotCleopatra, la Sibilla Cumana, Annibale, Spartacus, Federico II di Svevia, Masaniello, Ferdinando IV di Borbone, tutti disegnati dai cartoonist dell’Accademia del Fantastico”.

“Gli stessi cartoonist – continua Sapone – hanno disegnato i personaggi comparse nella striscia pubblicitaria dell’evento in cui – come è abitudine dell’organizzazione, quale segno di ringraziamento a coloro che ci permettono di portare in giro questo progetto che è stato presentato, tra l’altro, anche a Caserta – abbiamo inserito alcuni personaggi della città di Aversa come il sindaco e l’assessore alla Cultura. Avremmo voluto inserire anche il vescovo della Diocesi ma, non avendo chiestogli l’autorizzazione a farlo, abbiamo preferito evitarlo”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico