Cultura

Casagiove, mostra d’arte collettiva al Quartiere Militare Borbonico

di Redazione

Si terrà domenica 3 ottobre, alle ore 18, al Quartiere Militare Borbonico di Casagiove (Caserta), il vernissage della mostra d’arte collettiva “Cai 21″. All’evento artistico, che coincide con la presentazione ufficiale dal Catalogo Cai 21 (acronimo di Catalogo Artisti Italiani), parteciperanno circa 100 artisti (con altrettante opere) provenienti da diverse parti del territorio italiano, dal Trentino alla Sicilia. Una iniziativa di grande rilievo culturale artistica, promossa dall’associazione “Terra Madre” e dal curatore Gianpaolo Coronas. – continua sotto –

“La seconda edizione del Catalogo Cai – dichiara il curatore Gianpaolo Coronas – ci inorgoglisce fortemente e soprattutto ci ripaga dei grandi sforzi compiuti in questi mesi difficili. Anche in questa pubblicazione sono più di cento gli artisti provenienti dalle varie regioni italiane che hanno aderito a questa iniziativa. Pittura, scultura, fotografia e grafica digitale; sono i linguaggi artistici presentati nel volume. Abbiamo, quindi, pensato di rendere visibili al pubblico alcuni dei lavori più rappresentativi di ciascuni artista che ha aderito al Cai allestendo una grande mostra in cui saranno esposte precisamente 107 opere. Una mostra di tale portata darà ulteriore lustro e risalto al nostro territorio coinvolgendo il tessuto culturale, artistico e produttivo – casertano e non – per avviare un inedito percorso atto a valorizzare i siti e contesti urbanistici, nonché finalizzare con ricadute positive il contesto economico circostante, ossia attività commerciali, ristoranti, alberghi. L’arte, la creatività, la bellezza che ognuno di noi conserva nel proprio io deve necessariamente essere condivisa solo così potrà realmente salvare il mondo. Alla bellezza e alla sua condivisione dunque dedichiamo questo progetto che umano prima ancora che artistico!”.

“Si ringrazia con grande intensità – conclude Coronas – l’Amministrazione comunale di Casagiove per la rinnovata sensibilità nei confronti dell’arte e la Pro Loco “Michele Santoro” per la fattiva collaborazione”. L’intervento critico è affidato alla salernitana Maria Pina Cirillo.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico