Cronaca

Roghi di rifiuti in aumento tra Napoli e Caserta: 204 nel mese di luglio

di Redazione

Nel mese di luglio “si è registrato un aumento di roghi di rifiuti che, pur confermando il dato tendenziale di una riduzione rispetto allo scorso 2020, deve essere tenuto nella dovuta considerazione. Gli eventi incendiari sono stati 204 contro i 146 dello scorso mese”. Così, in una nota, l’Incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi di rifiuti nella regione Campania nel presentare i risultati delle diverse operazioni di contrasto portate a termine nel mese appena trascorso. – continua sotto – 

“Tuttavia – spiega – si devono evidenziare risultati positivi ottenuti sia sul piano della repressione, di competenza di questo Ufficio, sia sul piano della rimozione dei rifiuti dalle aree limitrofe ai “campi Rom” di Giugliano in Campania (Ponte Riccio) e Caivano, abitualmente i più interessati al fenomeno dell’accumulo e dell’abbruciamento di rifiuti. La rimozione, tuttora in atto, è stata resa possibile grazie a un accordo di programma finanziato con quattro milioni di euro del ministero della Transizione ecologica in accordo con la Prefettura di Napoli, i due Comuni menzionati e l’Incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi di rifiuti”. – continua sotto – 

Gli interventi di controllo e repressione, “in costante incremento”, a fianco delle tradizionali verifiche sulle aziende industriali, commerciali o agricole, “restano focalizzati sul controllo e la prevenzione degli sversamenti di rifiuti nell’ambiente, e con particolare attenzione nelle aree attigue agli insediamenti abitativi irregolari, anche mediante l’identificazione delle persone, sia a terra sia dall’aria, e il sequestro dei mezzi che vi portano rifiuti”. – continua sotto – 

In dettaglio, si legge nel documento consuntivo, i roghi nel napoletano sono stati 147, quelli nel casertano 57; 32,94 le tonnellate di pneumatici abbandonati prelevati; 7 le attività produttive poste sotto sequestro, 39 quelle controllate. E ancora: i veicoli sequestrati sono stati 19, quelli controllati 1390; le persone identificate e controllate sono state 1672, quelle denunciate all’autorità giudiziaria 46, mentre quelle sanzionate amministrativamente sono state 49; le sanzioni amministrative comminate ammontano a 219.891 euro. Infine, il dato sui pattugliamenti che sono stati 1186.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico