Napoli

Napoli, rider aggredito ritorna in sella al suo scooter: “Lo Stato c’è”

Napoli – Giovanni Lanciato, il 52enne rider napoletano, ha riavuto lo scooter sottrattogli dal gruppo di balordi nella notte tra il 1 e il 2 gennaio in via Calata Capodichino, alla periferia del capoluogo campano, mentre era al lavoro per consegnare cibo d’asporto (leggi qui). – continua sotto – 

Dopo il fermo di sei sospettati, tutti giovani, tra cui due minorenni, e il ritrovamento dello scooter davanti casa di uno dei fermati, nel pomeriggio del 4 gennaio Gianni è uscito dalla Questura di nuovo in sella al suo motociclo, restituitogli dalla polizia (video in alto). “Sono molto contento. Le istituzioni ci sono, lo Stato c’è. Grazie alla Polizia e a tutti coloro che mi hanno manifestato la propria solidarietà”, ha commentato Gianni.  – continua sotto – 

Dopo che il video della rapina, ripreso con un cellulare, è diventato virale sui social si è scatenata, insieme all’indignazione anche una catena di solidarietà con una raccolta fondi sulla piattaforma Gofundme, tramite la quale, nel giro di poche ore, sono stati raccolti ben 11mila euro da destinare all’acquisto di un nuovo scooter per il cinquantenne. Non solo, per Gianni sono giunte anche proposte per lavori più adatti alla sua età. Una macelleria- braceria di Ottaviano gli ha offerto un lavoro da macellaio (leggi qui), proprio quello che faceva qualche anno fa in una grande supermercato prima che fosse licenziato per via degli esuberi. IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico