Aversa

Aversa, Cannavale (Fdi): “C’è odore di elezioni e spuntano i soliti opportunisti-sciacalli”

Aversa (Caserta) – “Non appena si sente odore di elezioni, escono tutti e si fanno vedere in piazza, la rovina della nostra città, sono sempre stati gli opportunisti, persone che si possono paragonare agli sciacalli”. Così Pino Cannavale, esponente di Fratelli d’Italia, mette nel proprio mirino gli “opportunisti” che, non solo ad Aversa, ma un po’ ovunque, si fanno vedere ogni cinque anni, in occasione del ritorno alle urne, o comunque ogni volta che si respira aria di crisi politica e, quindi, di elezioni.

“Subito dopo le elezioni comunali – continua Cannavale – non si è né visto e né sentito più nessuno. Eppure, ogni volta che si vota, ci troviamo centinaia di candidati, che fanno a gara nelle case degli elettori alla ricerca del fatidico voto, facendo credere alle persone che faranno di tutto per cambiare il volto della città, anche senza avere nessuna competenza, persone che non sanno distinguere neanche una determina da una delibera e sistematicamente ci troviamo gente inutile a rappresentarci in consiglio, mentre le persone che non hanno raggiunto il loro obbiettivo, spariscono strafottendosene delle promesse fatte e dei problemi della città. Oggi non appena si è sentito odore di elezioni, vedo già molte persone che pensano a come fare per avere una candidatura nelle liste, negli ultimi anni abbiamo visto che nel periodo elettorale, nascono liste civiche come funghi, che poi vanno scomparendo a secondo del risultato”.

“Mi chiedo perché tutti ambiscono ad una poltrona in Consiglio?”, è la domanda che si pone lo storico rappresentante della destra aversana, sottolineando: “Ricordo tante persone che sono state elette e nell’arco dei cinque anni di consiliatura non hanno mai preso la parola, ricordo di personaggi che in consiglio facevano finta di leggere i giornali, senza accorgersi che li tenevano tutto il contrario. Allora rivolgo una preghiera a tutti quelli che hanno intenzione di fare delle liste civiche e anche ai partiti se e il caso di valutare i nomi delle persone che scendono in campo per il bene della città, non in base ai voti che possono portare, ma in base alle capacità e alla volontà di dare un contributo fattivo per far sì che la nostra città, ritorni allo splendore di una volta. Aversa non ha bisogno dei voltagabbana e di traditori”.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico