Aversa

Aversa, Golia fa i conti con crollo San Girolamo, Lsu, raccolta rifiuti, strisce blu

Aversa (Caserta) – Macerie ancora in strada in piazza Marconi a due mesi dal crollo dell’ex convento di San Girolamo; otto mesi di attesa per il passaggio di cantiere del servizio di igiene urbana; stabilizzazione di ben 48 lavoratori socialmente utili che ha spaccato la maggioranza; gara delle strisce blu senza fine con 40mila euro letteralmente buttati ogni mese. Sono questi quattro degli argomenti che stanno tenendo banco da tempo nella città normanna creando non poche polemiche tra maggioranza e opposizione, con queste ultime che accusano di dilettantismo la coalizione di governo.

Andiamo per ordine ed esaminiamo le diverse vicende partendo dalla presenza delle macerie in strada a piazza Marconi a due mesi esatti dal crollo dell’ex convento di San Girolamo. Una vicenda che è sotto la lente d’ingrandimento della procura di Napoli Nord. A dare una spiegazione è il sindaco Alfonso Golia che dichiara: «La scorsa settimana ci è arrivata la comunicazione con cui il giudice ha comunicato alla proprietà il diniego al dissequestro dell’area oggetto del crollo perché di interesse probatorio. Mi auguro che i rilievi necessari agli inquirenti per chiarire le cause del crollo siano celeri, perché è fondamentale per noi rimuovere le macerie e riaprire la strada».

Per quanto riguarda le divisioni registrate all’interno della maggioranza in relazione alla stabilizzazione degli lsu, con il gruppo del Pd spaccato in due, in prossimità della scadenza del 20 febbraio, è lo stesso primo cittadino normanno a dare notizia della svolta: «Abbiamo avviato l’istanza di stabilizzazione dei 48 lsu. Adesso tocca al governo nazionale mettere nero su bianco i criteri e il riparto dei fondi. I lavoratori socialmente sono una grande anomalia della pubblica amministrazione e finalmente la classe politica nazionale si è fatta carico di percorsi di stabilizzazione». Si dice deluso dell’iter il consigliere dei 5stelle Roberto Romano, che afferma: «Il sindaco lo ha fatto con una istanza e non con una delibera di giunta perché si è messo contro la sua stessa maggioranza, compresi la presidente della commissione Affari generali e il presidente del Consiglio comunale che con una nota avevano chiesto il ritiro della delibera. L’istanza può comunque essere ritirata, ed è un provvedimento singolo del capo dell’amministrazione che si assume le responsabilità individuale, mentre se avesse approvato la delibera di giunta sarebbe stata una manifestazione di interesse di tutta la maggioranza. Mi dispiace doverlo dire ma il sindaco è sempre più solo».

E’ critica, inoltre, la situazione della gara per l’affidamento della sosta a pagamento, le “strisce blu”, bloccata per una diversità di vedute tra i dirigenti comunali sul pagamento della Tosap da parte della ditta aggiudicataria. Da oltre tre anni si va avanti in proroga con una ditta che assicura, praticamente, il solo servizio intorno al tribunale e garantisce lo stipendio agli 11 addetti per i quali è il comune a pagare. Insomma, unico caso in Italia dove è l’Ente a pagare il concessionario del servizio. La ditta che si è aggiudicata ha comprato anche i parcometri, ha pagato le spese di registrazione del contratto che, però, il comune, ha modificato quando tutto era già pronto per la sottoscrizione. Per questo si è avuto una diffida a sottoscrivere o a rimborsare 600mila euro di spese vive oltre i danni.

Vi è, però, anche una buona notizia. Nella mattinata di ieri la società gestrice della rete gas ha proceduto ad asfaltare alcune strade cittadine. A renderlo noto il presidente della commissione Lavori Pubblici Pasquale Fiorenzano, che ha dichiarato: «Rivolgeremo sempre grande attenzione a tutta la Città e cercheremo nei limiti del possibile di migliorare le condizioni di diversi quartieri con un occhio particolare alle periferie. Questa mattina sono stati eseguiti lavori per il ripristino del manto stradale in via Madre Teresa di Calcutta. Lavori a costo zero per il comune». «Questo – ha continuato Fiorenzano – grazie alla grande sinergia tra il comparto politico dei lavori pubblici guidato dall’Assessore Benedetto Zoccola e dalla mia Commissione e i funzionari dell’ufficio tecnico. Gli interventi sono stati resi in esecuzione degli obblighi della ditta 2i Rete Gas ed hanno interessato anche Via De Nicola totalmente e parzialmente su Via Caruso».

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico