Società

Gricignano, “fumarole” in ex sito stoccaggio rifiuti: Arpac effettua prelievi

di Antonio Taglialatela

Prelevati campioni di terreno e di acqua dall’area dell’ex sito di stoccaggio provvisorio di rifiuti solidi urbani nella zona campestre di Gricignano, in località “Fusaro”, al confine con il depuratore di Marcianise, che lo scorso 16 settembre fu oggetto di “fumarole” provocate dal rogo di alcuni rifiuti interrati. Ad eseguirli sono stati, stamani, i tecnici dell’Arpac, l’agenzia regionale per la protezione ambiente della Campania, accompagnati dagli agenti della Polizia municipale.

“Dall’esito delle analisi capiremo se la soglia di inquinamento è inferiore o superiore ai parametri previsti dalla normativa ambientale”, spiega il sindaco Vincenzo Santagata, sottolineando: “Nel caso risulti superiore allora la commissione regionale preposta chiederà alla giunta regionale l’inserimento del terreno nell’elenco dei siti da bonificare”.

La vicenda, infatti, una settimana fa era stata dibattuta nella commissione speciale “Terra dei Fuochi, bonifiche ed ecomafie” del Consiglio regionale della Campania, presieduta da Gianpiero Zinzi, alla presenza del sindaco Santagata e dell’assessore Filomena Iuliano. In quella circostanza era stato chiesto all’Arpac di intervenire con ulteriori accertamenti per comprendere la natura del fenomeno. Accertamenti oggi effettuati e dei quali si attendono gli esiti.

IN ALTO UNA GALLERIA FOTOGRAFICA

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico