Cronaca

20 miliardi delle vecchie lire da convertire in euro: 4 arresti nel clan dei casalesi

di Redazione

La criminalità organizzata e, in particolare il clan dei casalesi, aveva escogitato un sistema per convertire dalle lire all’euro ingenti somme di denaro ritenute frutto di attività illecite, finora rimaste occultate, grazie a degli intermediari. E’ quanto hanno scoperto i militari della Guardia di Finanza di Roma e Napoli che, coordinati dalla Procura di Napoli Nord, hanno arrestato quattro persone, tra cui figura una persona condannata per associazione mafiosa.

I finanzieri hanno sequestrato banconote fuori corso legale per un valore di 1 miliardo e 100 milioni di lire. Secondo quanto emerso dalle intercettazioni delle Fiamme gialle, la somma si aggirerebbe intorno ai 20 miliardi di lire. Il sistema avrebbe consentito di ottenere mediamente, il 32% del valore in lire trasformato in euro. In sostanza, il meccanismo avrebbe consentito al clan di incassare oltre 3,3 milioni di euro. Tra gli arrestati – tre in carcere e uno ai domiciliari, rispettivamente di 64, 61, 55 e 60 anni – figura anche Gaetano Mungiguerra, ritenuto legato al clan.

IN ALTO IL VIDEO

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico