Economia

Economia in Campania: il turismo aumenta ma la crescita globale è negativa

di Redazione

Bankitalia ha presentato i dati del rapporto semestrale “L’economia della Campania” relativo al 2016 e parte del 2017. La fotografia scattata mette in luce una ripartenza debole, un Pil contenuto, e nessun settore “al galoppo”, tutto ciò nonostante il fatto che le buone notizie ci siano.

A partire dal dato che attesta una crescita dell’occupazione +3,8 per cento rispetto al 2015, una crescita dei consumi delle famiglie (+0,9 per cento) e l’export che sostiene la domanda (+2,9 nel 2016).

Il turismo? Buone notizie, in quanto si conferma un settore brillante con un +12,1% nel 2016. Bene anche la spesa dei turisti in regione, che cresce dell’11,9% nel 2016, sulla scia di una buona performance messa a segno anche nel 2015. Grazie ai turisti nelle casse della regione sono arrivati più di 1,8 miliardi di euro lo scorso anno, il 5% del dato italiano, riporta la fonte. Dati positivi anche per l’aeroporto di Capodichino, che mette a segno un +10% sul 2015.

Dati che però non bastano a sollevare un’economia che si presenta al palo. “Non possiamo dare notizie particolarmente positive né negative. – afferma Giovanni Vigliar, Banca d’Italia, sede di Napoli – Accade qualcosa, ma in maniera debole, non differenziata. E anche se l’occupazione è in ripresa, il Pil resta contenuto, non crescono tutti i settori industriali e le costruzioni sono nuovamente in difficoltà. Insomma, non siamo in una situazione molto brillante”.

IN ALTO IL VIDEO

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico