Società

Anaste, nasce in Campania l’Osservatorio sulla Terza Età

di Redazione

Nasce in Campania l’Osservatorio Regionale per la Terza Età, promosso da Anaste – Associazione Nazionale Strutture per la Terza Età, presieduto da Salvatore Isaia.

“Il 35% degli anziani in Campania non ha assistenza sanitaria e sociale. Si tratta di soggetti fragili, che hanno bisogno di cure, e pertanto sono a forte rischio. L’Osservatorio Regionale per la Terza Età monitorerà le condizioni di vita degli anziani e vigilerà sulla qualità dell’assistenza che viene erogata nelle strutture sul territorio”, ha detto Isaia.

“In Campania oltre otto anni i cittadini sono costretti a pagare di tasca propria le prestazioni sanitarie negli ultimi quattro mesi dell’anno, con gravi ripercussioni per coloro i quali, soprattutto gli anziani, non hanno disponibilità economiche. L’Osservatorio – ha continuato – sarà uno strumento a disposizione per la formazione professionale di figure sanitarie, collaborando con le università. Si tratta di una mossa importante da parte di Anaste, associazione di categoria per la terza età che rappresenta circa 2.500 posti letto nella regione”.

“L’invecchiamento della popolazione italiana – ha spiegato Pietro Russo, numero uno di Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Napoli – ci costringe a ripensare radicalmente alcuni fondamenti del nostro sistema sociale sul piano del welfare e dell’assistenza, su quello della vivibilità e della fruibilità dei servizi. Il mondo dell’impresa può fare moltissimo per garantire una qualità della vita migliore agli anziani, in particolare le piccole aziende del terziario che giocano un ruolo fondamentale nel garantire la qualità della vita nel territorio”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico