Politica

Pd, Iovinella: “Ricomporre il partito”

di Redazione

 Orta di Atella. Le risse personali non sono nel Dna del vero Pd. Questo concetto forse non è chiaro a Gianfranco Piccirillo quando indirizza le sue invettive contro dirigenti politici di lunga militanza, …

… quali il sottoscritto, Antonietta Adamo e quanti sono con loro d’accordo, i quali lavorano al solo scopo del rafforzamento e rilancio del Pd. È stato anche il lavoro del sottoscritto a suggerire la soluzione e proporre un giovane quale segretario “garante” di tutti. A dimostrazione di una volontà vera e convinta di unità e di rinnovamento della classe dirigente locale.

La finalità del congresso, per noi, è questa: condivisione degli obiettivi, nella composizione di varianti diverse, come più volte ribadito dal commissario pro tempore, Franco De Michele, nel raggiungimento decisivo dell’alternativa a questo governo cittadino. Alternativa senza se e senza ma assolutamente convinta e non negoziabile. Sappia, chi vuole buttarla in “caciara”, che in noi non troverà alcun riscontro.

Chi persegue questa strategia non troverà né vinti né vincitori, ma solo sconfitti! Gli accordi si rispettano, non si interpretano. Ribadiamo che siamo stati e saremo sempre in prima linea al fine di cambiare le sorti della nostra amata comunità.

Il congresso di circolo è voluto fortemente dal sottoscritto, Adamo e da tutti coloro che con essi condividono gli stessi principi, ma un congresso realmente unitario, sereno, costruttivo, privo di doppiogiochismi e secondo fini.

L’obiettivo può e deve essere solo uno: ricomporre il Pd di Orta con sincerità e onestà intellettuale, senza personalismi, per costruire da oggi l’alternativa all’amministrazione Brancaccio.

Su questa linea e a queste condizioni siamo pronti ad ogni confronto vero per la migliore delle soluzioni per il nostro partito. E su questa base ci riconosciamo già da oggi nel percorso che il partito provinciale vorrà indicare per il Pd di Orta di Atella.

Mimmo Iovinella

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico