Napoli

Pink Life Magazine compie 7 anni e conquista anche Milano

Un evento al Common Ground di Napoli per celebrare i sette anni di Pink Life Magazine, la rivista patinata bimestrale, fondata e diretta da Linda Suarez, che ha conquistato Milano, affidando la direzione editoriale Lombardia a Giulia Asprino. A Milano arriveranno 15mila copie, distribuite in boutique, showroom di arredamento e design, concessionarie di auto di lusso, circoli e club privati, relais, centri benessere e spa, residenze d’epoca e country house, biblioteche, ristoranti. La direzione artistica dell’evento è stata affidata ad Alessio Menna; mentre la direzione creativa è stata curata da Pasquale Esposito.

“Una realtà editoriale non può essere sempre uguale a se stessa – racconta Linda Suarez –. ‘Evoluzione’ è la parola chiave del successo. La proposta di Giulia Asprino di distribuire Pink Life Magazine a Milano, capitale della moda, del business, delle grandi opportunità, è una risposta a tutto il lavoro fatto in questi anni, insieme ai miei partner e collaboratori”. “Abbiamo voluto portare a Milano un prodotto nuovo, non ancora presente in città, ma che siamo certi avrà un grandissimo successo – racconta Giulia Asprino –. Abbiamo scelto di investire molto nella veste grafica, nella qualità dei contenuti e della resa finale: dalla decisione di mettere in copertina i protagonisti delle interviste alla scelta di affidarci a un team di professionisti eccellenti e utilizzare carta di altissima qualità per un magazine elegante e raffinato”. Scelte condivise con PL Print, che da sempre stampa la rivista.

Pink Life Magazine non solo è in continuo movimento, ma anche in continua evoluzione e, accanto agli evergreen che lo caratterizzano, propone ai suoi lettori anche le nuove rubriche “New Generation”, in collaborazione con l’Accademia della Moda Napoli e Milano, presieduta da Michele Lettieri e curata nella direzione artistica da Pasquale Esposito; e “New Talent”, dedicata, nella sua prima pubblicazione, al debutto su Spotify di tre ragazzi tra i 14 e 15 anni, tra cui Gaia, che ha eseguito, sul palco del Common Ground, “Bud Guy” di Billie Eilish. Gli ospiti hanno potuto ammirare le creazioni di Amami, Maison 9, Salvatore Pappacena e dei giovani stilisti dell’Accademia della Moda, con Ortensia Tropeano, che ha curato il make up, e Arte e tecnica che ha firmato le pettinature. Sul palco, un’istallazione a cura di Albano Shoes. Spazio ai gusti della tradizione enogastronomica campana con Capri Moonlight, I maestri del forno, Ponte a Mare, Espresso napoletano e Napoli Caffè. Alla realizzazione dell’evento hanno partecipato Spring Energy, RStore Apple, Musa Nails e Musa Beaty, Roberto Giannotti, Puerto Svago, Rada Hotel, Icom Osteopatia, Ad Hoc. IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico