Napoli

Napoli, “Bassolino candidato sindaco”: polemica nel centrosinistra

Napoli – A lanciare per primo la pietra nello stagno è stato Umberto De Gregorio. Il presidente dell’Eav aveva proposto Antonio Bassolino come uno dei “tre saggi” che avrebbero dovuto scegliere il prossimo candidato del Pd a sindaco di Napoli. Ne è nata una polemica agostana.

Pina Picierno ha proposto in alternativa una nuova “Fonderia”, un meeting come quello tenutosi a settembre a Città della Scienza per decidere chi dovrà correre per Palazzo San Giacomo tra i democrat. De Gregorio ha attacco al kermesse organizzata dalla Picierno definendola un “flop” e l’europarlamentare casertana ha replicato invitando De Gregorio ad occuparsi dell’Eav.

Intanto, il diretto interessato, Bassolino, in vacanza in Cilento, invita tutti a non tirarlo in sterili polemiche e a lasciarlo godersi i nipotini.

Il segretario metropolitano del Pd, Venanzio Carpentieri, ha invece tracciato una sua road map, consultazioni con forze sociali e politiche per scrivere un programma per la città. Se non si confluirà sul nome di un candidato unico si ricorrerà alle primarie.

Comunque andrà a finire, sicuramente nei prossimi mesi i nomi che gireranno saranno tanti: tra questi lo stesso Bassolino, Graziella Pagano, Andrea Cozzolino e Umberto Ranieri.

Continua, nel frattempo, la corsa verso la riconferma a sindaco Luigi de Magistris che ha incassato l’appoggio del transfuga del Pd Stefano Fassina.

Il centrodestra, invece, continua a discutere su chi sarà il suo candidato. Non mancano le “autocandidature”, a partire da Gianni Lettieri. Altra incognita è il MoVimento 5 Stelle che alle ultime regionali ha avuto un exploit e potrebbe insidiare da vicino gli altri aspiranti sindaco.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Gricignano, la commercialista Giusy Affinito candidata di "Si Può Fare" - https://t.co/paj1XJKJKP

San Tammaro, 4mila pacchetti di sigarette nascosti in auto: 2 arresti https://t.co/T09Rjpf4Kj

Vitalizi, l'ex ministro Landolfi prende a schiaffi l'inviato di Giletti - https://t.co/KmgEeuDEsM

Berlusconi contro i 5stelle: "Nella mia azienda pulirebbero i cessi". Salvini: "Così si chiama fuori" - https://t.co/38Tq2r5FuO

Condividi con un amico