Napoli Prov.

Crolla intonaco in aula: feriti maestre e alunni

 NAPOLI. Crolla l’intonaco in una classe dell’istituto elememtare “Marco Polo” di Cardito in provincia di Napoli: due bambini e due maestre feriti in maniera non grave.

Alunni e insegnanti erano in classe, intorno alle 11 quando improvvisamente l’intonaco è caduto. Il crollo, secondo una prima ricostruzione, avvenuto durante l’orario di lezione, riguarda una parte dell’intonaco del solaio di un’aula al primo piano della scuola elementare.

Le maestre, Rita Topa di 62 anni, e la 29enne Assunta Merenda, e i bambini, entrambi di sette anni, sono stati subito portati al pronto soccorso dell’ospedale di Frattamaggiore. La prognosi emessa dai medici è di dieci giorni per ferite lacero contuse alla testa ed altri ematomi sul corpo per le due donne e i due alunni.

L’edificio è stato evacuato, come fa sapere il portavoce del sindaco di Cardito, Giuseppe Cirillo, che ha emesso un’ordinanza di chiusura per la verifica statica della scuola. La classe colpita dall’incidente ha 24 alunni mentre in tutto il plesso ci sono 400 studenti. Sul posto sono sopraggiunti anche i vigili del fuoco. L’aula interessata dal crollo è stata sequestrata.

A darne notizia sono stati stamane i carabinieri. L’episodio avviene proprio nei giorni in cui, come riferisce ilMattino, i pm napoletani mettono nel mirino una serie di presunti lavori fantasma, mai eseguiti dalla Provincia di Napoli, nei plessi scolastici del territorio: aule a rischio crolli e gare d’appalto sotto la lente degli inquirenti.

“La sicurezza degli edifici scolastici – dichiara il presidente regionale Legambiente Campania Buonomo – deve essere elemento centrale nell’agenda di spesa delle politiche pubbliche, considerato che, come emerge dall’indagine di Ecosistema Scuola, le criticità degli edifici scolastici sono diffuse sul territorio regionale e nazionale”. Occorre, afferma Buonomo, “un vero e proprio piano che affronti la questione in modo sistematico, al di là della parole. Le tragedie del passato non hanno insegnato nulla”.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico