Santa Maria C. V. - San Tammaro

“Teatri di Pietra” riparte dall’Anfiteatro sammaritano

Teatri di Pietra: Anfiteatro di S.Maria SANTA MARIA CAPUA VETERE. Dopo il brillante riscontro ottenuto da Classico ‘900 alla Villa Imperiale Pausilypon di Napoli, prosegue, da mercoledì 30 luglio a sabato 9 agosto, nei luoghi di Caserta, la programmazione della manifestazione Teatri di Pietra 2008 in Campania.

Un evento ideato ed organizzato da Capua Antica Festival e diretta da Aurelio Gatti, che mette in rete aree archeologiche e monumentali di diverse regioni italiane: Lazio, Basilicata, Campania, Sicilia, e Toscana, con il Teatro Romano di Volterra (Pi).

Teatri di Pietra è un progetto di Rete Culturale nato proprio a S. Maria Capua Vetere nel 1998 e, ampliandosi, ha creato il Distretto Culturale dei Teatri di Pietra (con i Comuni di Sessa Aurunca, Teano e Calvi Risorta). Dal 2000 il modello sperimentato nel casertano è stato esportato in altre regioni del Centro Sud. Attualmente la Rete dei Teatri Di Pietra conta 22 siti monumentali, dislocati nelle cinque regioni coinvolte. Un importante esempio di progetto culturale di questo territorio che, lo scorso anno, ha ricevuto il premio Premio Cultura di Gestione di Federculture. “La programmazione dell’intera Rete dei Teatri di Pietra – sottolinea il direttore artistico Aurelio Gatti – ha inteso rappresentare, sin dall’inizio, una grande opportunità non solo sotto il profilo dell’offerta culturale, ma anche per le connessioni e le ricadute che determina nell’economia e nello sviluppo socio-culturale del territorio. Attraverso la messa in rete del patrimonio e delle attività si può costituire un “paesaggio culturale organico” e produrre un’autentica e consapevole crescita delle comunità residenti”.

Il segmento casertano di Teatri di Pietra 2008, che si terrà nelle affascinanti cornici dell’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere, il Loggione Cavallerizza di Teano ed il Teatro Romano di Sessa Aurunca, nasce in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici di Benevento e Caserta, sotto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ente Teatrale Italiano, Regione Campania, Provincia di Caserta ed i Comuni di Santa Maria Capua Vetere, Teano e Sessa Aurunca.

L’Anfiteatro Campano, secondo solo al Colosseo e sede storica dal 1998 dei Teatri di Pietra, riapre l’Arena interamente ripristinata dopo due anni d lavoro, presentando, dal 30 luglio al 4 agosto, un programma dedicato al tema classico, riletto in chiave partenopea. L’inaugurazione, mercoledì 30 luglio alle ore 21.15, è affidata a La morte della bellezza, voci in concerto per Giuseppe Patroni Griffi, con Nadia Baldi, Connie Bismuto, Antonella Ippolito, Ada Totano, Lia Zinno, per la regia di Nadia Baldi.

Sabato 2 agosto alle ore 21.15, la scena accoglierà il teatro musicale di un inedito Lello Arena, autore ed interprete di ‘O cunto d’o surdato, emozionante lettura in lingua napoletana dell’Historie du Soldat di C.F. Ramuz, con musiche di Igor Stravinskij. In scena, oltre ad Arena, ci saranno Yari Gugliucci, Bianca D’Amato, Teresa Rossi e le musiche, eseguite dal vivo, dall’orchestra diretta da Orazio Tuccella.

L’ultimo appuntamento a S. Maria Capua Vetere, in programma lunedì 4 agosto alle ore 21.15, con Peppe Barra e Andre’ De La Roche in L’asino d’oro, nella regia di Renato Giordano. L’allestimento realizza, in forma teatrale e danzata, le esilaranti peripezie di Lucio, trasformato in asino.

Tre appuntamenti, tre opere rappresentative di un’originale rilettura del classico che, attraverso un uso sapiente del linguaggio della scena, restituiscono allo spettatore contemporaneo un patrimonio di suggestione e riflessione proprio di questa terra: il magico, l’incanto, il paradosso.

Da venerdì 1 agosto (spettacoli fino al 9 agosto) parte il tradizionale appuntamento dei Teatri Di Pietra a Teano, quest’anno temporaneamente trasferito al Loggione Cavallerizza, sede del Museo Archeologico di Teano, per consentire l’ultimazione del restauro al Teatro Romano. Il primo spettacolo, in programma alle ore 21.15, sarà Aulularia di Plauto, nell’adattamento e la regia di Walter Manfrè, e l’intepretazione di Stefano Masciarelli e Rosario Coppolino. Sabato 2 agosto alle ore 21.15 la scena sarà per Donne al parlamento ‘la commedia del fantasma’ di Aristofane, nell’adattamento e la regia di Vincenzo Zingaro e domenica 3 agosto per Romeo e Giulietta da William Shakespeare, con le coreografie di Emilia Marocco, e l’adattamento e la regia di Mario Di Fonzo. La rassegna proseguirà giovedì 7 agosto alle ore 21.15 con La Bottega Del Pane che presenta Contro Catilina ‘Attentato allo Stato’, da Orationes in Catilinam di Marco Tullio Cicerone e da Aristofane, Euripide, Catullo, Sallustio, Ibsen, per la drammaturgia e la regia di Cinzia Maccagnano.

Gli ultimi due appuntamenti programmati a Teano sono con Giulio Cesare o della congiura da William Shakespeare, in scena venerdì 8 agosto alle ore 21.15, con Edoardo Siravo e la regia di Maurizio Panici, e, sabato 9 agosto alle ore 21.15, con La morte della bellezza, voci in concerto per Giuseppe Patroni Griffi, con Nadia Baldi, Connie Bismuto, Antonella Ippolito, Ada Totano, Lia Zinno, per la regia di Nadia Baldi.

Sei appuntamenti che presentano, nella diversità della scrittura e nell’originale ricerca degli interpreti, un mondo classico attuale che si rinnova, riproponendosi come punto fermo di un’identità culturale ampia e antica, come il Mediterraneo e le genti che vi si affacciano.

Il Teatro Romano di Sessa Aurunca sarà il terzo palcoscenico, naturalmente suggestivo, per Teatri di Pietra 2008 nei luoghi di Caserta, ospitando due appuntamenti unici, dedicati alla danza ed al teatro. Lunedì 4 agosto alle ore 21.15 sarà protagonista la danza con Romeo e Giulietta da William Shakespeare, coreografie di Emilia Marocco, e l’adattamento e la regia di Mario Di Fonzo. Chiude gli appuntamenti di Sessa Aurunca, giovedì 7 agosto alle ore 21.15, Teatro Scaramouche che presenta lo spettacolo Antigone da Anhouille e Sofocle, nell’adattamento e la regia di Carmen Pommella. Due spettacoli, due appuntamenti unici che, nella loro diversità d’offerta, faranno rivivere uno degli edifici pubblici di età romana più imponenti scoperti in Campania, portato alla luce e restaurato tra il 1999 ed il 2003.

Info e prenotazioni al numero verde 800024060 email info@capuanticafestival.it internet www.teatridipietra.org Inizio spettacoli ore 21.15, biglietti euro 12 (intero) ed euro 8 (ridotto) Biglietterie presso i siti archeologici e Ticketteria – Caserta

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico