Campania

Luxia società multiservizi del Comune di Lusciano: uscire dalla Geo-Eco

LuscianoLUSCIANO. Un fatto positivo la multiservizi costituita dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Isidoro Verolla. Chiusa la parentesi estiva in agenda ci sarà come ordine primario la messa a lavoro della società costituita all’inizio dell’estate. Luxia il nome della società, dovrà occuparsi della gestione del verde pubblico, rete idrica e fognaria e tutti i servizi che riguardano il bene della città.

Lo scopo della multiservizi non deve riguardare solo il comune di Lusciano, gli obiettivi del sindaco, sono quelli di poter fare integrare nella società anche agli altri comuni limitrofi, in primis Parete e Trentola Ducenta. Siamo aperti e disponibili – spiega il sindaco Verolla – ad aprire un confronto serio e costruttivo insieme agli altri comuni del circondario, per far sì che si trovi un intesa comune in termini di multiservizi. Possiamo, con la multiservizi già costituita dal mio comune, senza che altri comuni si affannino ad aprirne altre, di portare avanti un discorso sinergico, indirizzato alle tante esigenze dei cittadini, soprattutto trovare il modo per alleggerire i tanti costi che gravitano sulla vita quotidiana dei cittadini, lavorando tutti insieme. Non solo, con la multiservizi il comune di lusciano potrebbe dire definitivamente addio alla Geo –Eco gestendo in proprio la questione rifiuti, oltre alla gestione dello spazzolamento della città. Non escludo – conclude il primo cittadino – una nostra uscita dalla società Geo- Eco in forma definitiva. La multiservizi deve servire anche a questo, mettere in condizione di avere un servizio di ritiro e smaltimento dei rifiuti impeccabile, oltre ad avere più attenzione per la pulizia delle strade. L’iniziativa messa in piedi dall’attuale amministrazione, consentirà di dare un tocco ai tanti problemi in termini ambientali che da sempre offuscano i cittadini. Soprattutto attraverso la multiservizi trovare il modo adeguato per ridurre i costi a beneficio dei cittadini, sperando che altri comuni vogliono partecipare a questo progetto per il bene del territorio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico