Società

Trentola Ducenta, il Liceo Scientifico reclama le aule alla Provincia

di Redazione

Trentola Ducenta (Caserta) – Sta facendo discutere la questione relativa alla mancanza di aule per il Liceo Scientifico di Trentola Ducenta. Qualcuno erroneamente ha anche tirato in ballo il Comune che, in realtà, nulla ha a che fare con le scuole secondarie di secondo grado, che sono di esclusiva competenza della provincia. – continua sotto –

“La scuola – ha dichiarato la dirigente scolastica Margherita Montalbano – deve garantire il diritto allo studio come sancisce la nostra Costituzione, ma, al contempo, deve tutelare l’utenza da gravi pericoli correlati alla sicurezza. Come tutti ben sanno, il Dirigente Scolastico, in qualità di datore di lavoro, deve assicurare che tutta la popolazione scolastica frequenti gli ambienti della scuola in condizioni salubri e sicure. Personalmente, non ritengo che sussistano tali condizioni in quel palazzo. Tuttavia non sono un tecnico e attendo di verificare tutta la documentazione che ne attesti l’agibilità e che purtroppo non ho ancora avuto modo di visionare, nonostante le ripetute richieste agli enti preposti”.

Il tutto nasce dalla decisione della dirigente scolastica di non utilizzare l’edificio privato adibito, fino allo scorso anno scolastico, a sede delle aule del liceo scientifico, la qual cosa ha amplificato la mancanza di aule legata all’incremento di classi per un nuovo indirizzo attivato dal liceo stesso. La dirigente non essendo entrata, finora, in possesso delle certificazioni necessarie per l’utilizzo dell’edificio ne ha bloccato l’uso.  Pertanto, si è reso necessario reperire sul territorio nuovi locali da destinare ad aule.

L’Amministrazione comunale, nelle persone del sindaco, Michele Apicella, e dell’assessore alla Pubblica Istruzione, Vincenzo Sagliocco, informati della necessità del Liceo scientifico, che ritengono una risorsa importante per il territorio e che pertanto va valorizzata e agevolata, si sono prontamente attivati sollecitando un incontro con i vertici della Provincia, sia politici che tecnici. Così, ad un tavolo, si sono seduti il presidente della Provincia, Giorgio Magliocca, il dirigente dell’Area tecnica, la dirigente scolastica, Montalbano, il sindaco Apicella e l’assessore Sagliocco, tutti alla ricerca di una soluzione. – continua sotto –

Grazie ai buoni uffici dell’Amministrazione comunale, con l’assessore all’Istruzione Sagliocco, i vertici del Pime avevano dichiarato la loro disponibilità a rendere fruibili da parte della scuola alcuni locali da adibire, temporaneamente, ad aule. Va sottolineato che questa disponibilità veniva offerta a costo zero per l’eventuale affitto. I vertici del Pime, infatti, avevano chiesto che ricadessero a carico della Provincia le sole spese vive per il riscaldamento e l’illuminazione delle aule. Nonostante questa immediata e vantaggiosa offerta, la Provincia ha ritenuto di dover attivare un avviso pubblico alla ricerca di locali da adibire ad aule del liceo scientifico. Tutto ciò sta creando non pochi disagi all’utenza e alla dirigenza stessa del Liceo Scientifico con grosso rammarico per chi si era adoperato per trovare una soluzione, anche se temporanea e non perfetta, alle esigenze immediate dell’Istituzione scolastica.

“Tutto quello che era nelle nostre possibilità – ha chiosato il sindaco Apicella – è stato fatto e continuerà ad essere fatto nella consapevolezza che il Liceo Scientifico costituisce un motivo di vanto per il nostro territorio e faremo di tutto affinché continui ad offrire un’opportunità ai ragazzi di Trentola Ducenta”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico