Società

Aversa, i dirigenti scolastici dell’agro solidali con la collega interdetta

di Redazione

Aversa (Caserta) – In una nota congiunta, i dirigenti scolastici dell’Agro Aversano esprimono solidarietà nei confronti della collega Angela Sodano, raggiunta da un provvedimento di interdizione dai pubblici uffici poiché accusata del reato di maltrattamenti quando era alla guida dell’istituto comprensivo “Europa Unita” di Afragola (Napoli), città in cui ricopriva anche il ruolo di assessore all’istruzione, da cui si è dimessa. – continua sotto –

Riceviamo e pubblichiamo: “In queste ore stiamo assistendo ad un susseguirsi di notizie che ci lasciano increduli e amareggiati e che riguardano la collega ed amica Angela Sodano, da poco trasferita nella sua amata città natale, Aversa. Quando abbiamo appreso del suo trasferimento volontario da Afragola ad Aversa siamo stati presi dall’entusiasmo di avere al nostro fianco, in qualità di dirigente scolastico dell’agro aversano, del distretto 15, una collega capace, che ha acquisito tanta esperienza sul campo, dal Veneto al Lazio, fino ad Afragola e che come sempre, con amore ed abnegazione, avrebbe lavorato al meglio per la sua città.

Senza voler entrare nel merito delle accuse che siamo sicuri Angela saprà affrontare senza problemi nelle sedi opportune, dimostrando la propria estraneità ai fatti, con fiducia ci rivolgiamo alla giustizia rinnegando l’atteggiamento di una stampa denigratoria e troppo spesso giustiziera, senza una sentenza di merito. Purtroppo spesso assistiamo ad articoli vessatori nei confronti di dirigenti scolastici che il più delle volte devono rappresentare lo Stato o il semplice rispetto delle regole in territori difficili come quello nel quale viviamo e come quello nel quale ancor di più Angela si è trovata a lavorare, senza rinnegare il proprio ruolo. Oggi, ancora di più, cara Angela, ti manifestiamo la nostra vicinanza, fieri di ritrovarti qui, insieme a noi, a lavorare per quello in cui crediamo: la scuola come pietra angolare e fondamento della nostra società”. – continua sotto – 

Intanto, si apprende che, rispondendo alle domande del gip del tribunale di Napoli Nord, la dirigente ha respinto le accuse: “Non nego di essermi mostrata autorevole con i miei docenti ma non si è mai trattato di un comportamento ostile e vessatorio fine a sé stesso; il contegno tenuto è sempre stato conforme a quello che era il mio ruolo in relazione ad una realtà complessa come quella del luogo in cui sorgeva la scuola, il rione Salicelle di Afragola”. Continua a leggere su: Aversa-Afragola, maltrattamenti a docenti. La dirigente Sodano si difende: “Nessuna vessazione”

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico