Politica

Aversa, Golia critica dissidenti su commissioni. Santulli: “Faccia di bronzo”

di Nicola Rosselli

Aversa (Caserta) – “Riequilibrare le commissioni consiliari, questo è il vero tema politico da affrontare, con urgenza”. Ad affermarlo il sindaco di Aversa Alfonso Golia, che spiega: “Diventa sempre più palese che consiglieri comunali eletti nelle liste a mio sostegno e poi protagonisti del famoso ribaltino hanno utilizzato il popolo dell’’io ci credo’ per prendersi un passaggio ed occupare posizioni istituzionali importanti. La rappresentanza negli  organi consiliari ha una diretta ricaduta sulla democratica azione politica e amministrativa del governo della città”. – continua sotto –

“È evidente – continua Golia – che in diverse commissioni ci sono degli squilibri palesemente anti democratici, addirittura ci sono commissioni dove l’attuale minoranza non è rappresentata e viceversa ci sono commissioni dove la maggioranza è minoranza. Trovo il tutto paradossale ai fini delle attività amministrative di competenza delle commissioni. Siamo di fronte ad un vero blocco politico ed amministrativo anti democratico. Sia chiaro, non è una valutazione egoistica ma un’analisi politica obiettiva. Anche in Consiglio comunale è stato più volte aperto questo tema, sia da me che dai diversi gruppi di maggioranza, abbiamo anche aperto chiaramente ad una maggiore e vera partecipazione decisionale delle commissioni sugli atti di indirizzo strategici”.

“Abbiamo anche chiarito – è ancora Golia a parlare – che le presidenze possono essere presiedute in modo condiviso e non totalitario anche dalle minoranze. Purtroppo, per i protagonisti del ribaltino, in particolare, sembrerebbe che la poltroncina in commissione e per alcuni anche la presidenza fa comodo per rafforzare la propria azione di ostruzionismo alle attività amministrative. Sono pronto ad aprire un tavolo politico su questa tema con tutte le forze politiche alla luce del sole, c’è l’esigenza accelerare per concretizzare temi importanti ormai in dirittura d’arrivo come il Puc, il piano traffico, la fondazione Jommelli Cimarosa, regolamenti consiliari di particolare rilevanza strategica sui temi ambientali, la programmazione 21/27. Per fare questo oltre a rispetto politico ci vuole anche tanto coraggio e ahimè pur avendo più volte richiamato l’attenzione su questa necessità ad oggi nessuno si è dimesso dalla propria posizione. Noi siamo pronti a farlo immediatamente. In ogni caso voglio tranquillizzare la città, possono rallentarci ma non fermeranno l’azione di governo volta a rendere la Città di Aversa un centro di respiro europeo”.

Alle rimostranze del primo cittadino risponde dall’opposizione Paolo Santulli: “Sono spudorati, ipocriti e falsi. Se le Commissioni funzionano è grazie alla solerzia e attività di quanti non siamo in maggioranza. Si leggano i verbali. Urbanistica, Bilancio, Cultura, tanto per fare un esempio. Tutto ciò, nonostante i tentativi di ostruzionismo del potere. Non è colpa loro, più di quanto fanno non sanno fare. Solo prevaricazione e bugie. Portano avanti esclusivamente le cose che gli fanno comodo”. “Il sindaco – ha continuato Santulli – si affanna a parlare di maggioranza coesa, ma non riesce a fare un consiglio comunale in prima convocazione, che faccia di bronzo. Il suo obiettivo, dice, è il 2030, per riconfermarsi. Si auguri di trovare sempre le giuste prebende per mantenere i suoi sodali, quel voticino in più che lo tiene in vita, dopo il ribaltone”. – continua sotto –

A Santulli fa eco Alfonso Oliva: “Purtroppo il sindaco bramoso di potere ed incollato alla sedia con il ribaltone messo in atto pur di restare a galla non ha considerato che avrebbe perso le presidenze di tante commissioni nonché la maggioranza nella conferenza dei capigruppo. Ora, se come al solito, vuole dar la colpa agli altri i cittadini di Aversa  ne sono stufi. Noi facciamo con coerenza il ruolo di minoranza monitorando e proponendo sebbene le commissioni consiliari siano estromesse e bypassate dagli assessori”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico