Società

Elezioni Mondragone, Fabio Esposito punta su Daspo urbano e Palazzi Cirio

di Redazione

Mondragone (Caserta) – E’ stato uno dei suoi cavalli di battaglia, un tema che ha affrontato da sempre e che ha contraddistinto le sue campagne politiche. Parliamo del candidato al Consiglio comunale per la lista “Città Futura”, Fabio Esposito, e del Daspo urbano, nonché della questione del sovraffollamento dei cittadini comunitari-bulgari negli ormai noti Palazzi Cirio. – continua sotto – 

In effetti, Esposito negli anni ha fatto propri tali argomenti e si è impegnato in prima persona subendo pesanti ed estenuanti attacchi, anche per essere stato il primo rappresentante zonale a farsi promoter della Lega di Salvini, quando questo schieramento non aveva nemmeno il 3% di consensi in città e in provincia, ma lui è andato avanti anche in solitaria. Oggi, aderendo al progetto politico di “Città Futura”, ha chiesto con forza e ottenuto di poter portare avanti il discorso dell’aumento del numero di telecamere presenti sul territorio, rivedere la gestione del comando dei vigili urbani, correlando l’efficienza del servizio offerto al principio costo-risultato.

Fabio Esposito chiede alla sua lista e al candidato sindaco del patto civico Francesco Lavanga di “Trovare insieme una sintesi sulle questioni relative agli stranieri presenti sul territorio. Insistere sul Daspo e nel frattempo prendere una decisione collettiva sulla questione Palazzi Cirio che attualmente rappresenta un problema sociale, economico e visivo”.

Ma il candidato è pronto a sostenere anche la realizzazione di due punti programmatici: il miglioramento dell’ambiente e del decoro urbano, per non parlare poi della messa in cantiere di progetti per lo sviluppo e la crescita della città. Per quanto riguarda il primo punto, Esposito sottolinea: “Occorre migliorare il servizio di raccolta rifiuti, trovare un piano per migliorare il servizio di raccolta differenziata; trovare una sintesi con la ditta incaricata alla gestione del servizio rifiuti sul rispetto del capitolato, evitando anche il trasbordo dei rifiuti nelle zone dove vi sono campi agricoli”. – continua sotto – 

Sempre sul decoro urbano: “Migliorare l’estetica del paese trovando una sintesi tra cittadini e comune per riqualificare le varie zone dove vi sono tante abitazioni vecchie e terreni incolti. E poi organizzare una gara d’appalto per far sì che il verde sia gestito e curato tutto l’anno”. Sul secondo punto, quello a carattere più imprenditoriale ed economico, invece: “Creare una zona artigianale che consente agli attuali artigiani e chi in futuro vorrà affacciarsi al mondo del lavoro di poter avere un’area a disposizione per inserirsi nel contesto lavorativo nel migliore dei modi. Progettare, inoltre, – continua il candidato di Città Futura – una nuova area dove può nascere un mercato ortofrutticolo che consente agli agricoltori di poter scambiare e gestire meglio la vendita dei loro prodotti. Rivedere – conclude l’esponente politico locale –  il regolamento delle spiagge libere attrezzate che secondo noi attualmente sembra molto farraginoso per essere realizzato”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico