Politica

Aversa, Villano scopre 550mila euro “dimenticati”: il Consiglio li stanzia per mercato ortofrutticolo

di Nicola Rosselli

Aversa (Caserta) – 700mila euro per il mercato ortofrutticolo di viale Europa. Uno stanziamento ulteriore deciso nella serata di martedì nel corso di un’apposita seduta di Consiglio comunale convocata d’urgenza dal presidente Carmine Palmiero su richiesta dell’assessore ai lavori pubblici, il vicesindaco Marco Villano, che, in questi pochi mesi di attività è riuscito a dare un nuovo impulso alle attività della maggioranza arcobaleno guidata dal sindaco Alfonso Golia. Stanziamento che va ad aggiungersi al mezzo milione già stanziato nel novembre di due anni fa e che non è servito a far riaprire l’intera struttura. Dopo due anni, infatti, il 24 giugno scorso ha riaperto solo metà mercato. – continua sotto –

Martedì era l’ultimo giorno per poter effettuare variazioni di bilancio ed ecco spiegato il motivo della convocazione di urgenza da parte di Palmiero al quale Villano aveva presentato la richiesta di discutere, appunto, una variazione di bilancio a sua firma per 550mila euro in aumento per un progetto di  abbattimento e ricostruzione delle due stecche ancora inutilizzate per un totale di 680mila euro, oltre a 60mila euro per le verifiche di vulnerabilità sismica sulle due stecche di stand oggi già operanti. Un Consiglio comunale teso, che ha visto contrapposte le due parti, maggioranza e opposizione non tanto sul nuovo finanziamento, quanto sulle capacità di programmazione dell’amministrazione Golia e sul fatto che non sarebbe stato necessario una convocazione di Consiglio comunale urgente se fossero state fatte le cose con maggiore previsione.

Per la cronaca, Villano ha scoperto della presenza di quei 550mila euro che erano stati praticamente abbandonati dal 2009 quando l’amministrazione guidata da Giuseppe Sagliocco aveva scelto di non acquisire più al patrimonio comunale il glorioso “Capannone”, tempio del volley aversano. Grazie ad una norma del 2016 il vicesindaco ha potuto recuperare e reindirizzare la somma. Nel dibattito sono intervenuti soprattutto i consiglieri di opposizione, da Eugenia d’Angelo ad Alfonso Oliva, a Gianluca Golia a Peppe Stabile a Luisa Motti a Luigi dello Vicario che hanno criticato le modalità, ritenute pasticciate, con le quali si è giunti alla decisione.

«Se li ho definiti più volte incapaci e dilettanti allo sbaraglio – ha dichiarato a margine dei lavori il consigliere comunale Alfonso Oliva – il Consiglio comunale di quest’oggi conferma ancora di più la mia considerazione in merito a questa amministrazione guidata dal sindaco Golia. Dopo due anni smentiscono se stessi e raddoppiano la cifra necessaria per consentire la riapertura di un mercato ortofrutticolo che è ancora parzialmente chiuso. Ci hanno portato in Consiglio il 28 novembre del 2019 lavori per 500mila euro circa ed oggi per altri 700mila circa senza avere un cronoprogramma per la fine dei lavori». – continua sotto –

«Il voto contrario – sottolinea Oliva – è stato non una volontà contro la riapertura del mercato, ma una chiara posizione contro l’approssimazione di questa amministrazione. Un provvedimento portato, con brevissimo preavviso, in consiglio per approvare una variazione per stanziare oltre 600mila euro per ultimare i lavori. Un nuovo schiaffo ad un’attività commerciale oramai annientata perché la stessa somma era stata già proposta dall’opposizione nel novembre del 2019, indicando anche dove poter reperire i fondi. Il dato è che ancora oggi si discute della riqualificazione di quell’area, il tutto con una spada di Damocle sul collo che si chiama “delocalizzazione”, così come scritto nel piano triennale delle opere pubbliche. Si spenderanno altri soldi sperando che tutto resti lì».

«Mi colpiscono – ribatte il vicesindaco Villano – le incongruenze nelle dichiarazioni delle opposizioni. Ci sono posizioni variegate che non comprendo anche perché si contraddicono. Abbiamo un progetto serio, recuperando con una manutenzione straordinaria un bene del nostro patrimonio con una somma che avevano letteralmente dimenticato».

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico