Politica

Aversa, interrogazioni di Oliva “snobbate”: la Prefettura chiede chiarimenti

di Redazione

Aversa (Caserta) – Su istanza del consigliere di opposizione Alfonso Oliva, la Prefettura di Caserta ha chiesto, al presidente del Consiglio Comunale, Carmine Palmiero, e al segretario generale del Comune di Aversa, chiarimenti in merito al mancato riscontro ad alcune interrogazioni presentate negli ultimi cinque mesi dallo stesso esponente di Fratelli d’Italia. – continua sotto – 

“La giunta della trasparenza e della legalità solo decantate!”, commenta il consigliere Oliva, per il quale “è una gravissima lesione della democrazia”, dal momento che “da circa cinque mesi, gli assessori ed il sindaco di Aversa non rispondono alle mie interrogazioni scritte quando dovrebbero farlo entro 15 giorni”.

Diverse le interrogazioni presentate da Oliva a cui finora l’Amministrazione comunale non ha risposto: quella sul contratto stipulato con l’Eav (depositata il 1 aprile scorso); sui criteri di riapertura del mercato ortofrutticolo (10 maggio); sul contratto d’affitto relativo alla scuola di via Mancone (8 giugno); sull’esecuzione del contratto relativo alla raccolta differenziata (14 giugno). E ancora: la percentuale di raccolta differenziata, l’abbattimento della “casupola” vicino alla fermata metro su viale Kennedy, la realizzazione dei parcheggi in via Belvedere.

Nel richiamare quanto disposto dalla normativa vigente, che prevede l’obbligo di rispondere alle interrogazioni e alle istanze di sindacato ispettivo dei consiglieri, la Prefettura ha chiesto di essere informata sugli sviluppi futuri.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico