Politica

Aversa, opposizione presenta 54 emendamenti al Bilancio: Consiglio il 14 settembre

di Nicola Rosselli

Aversa (Caserta) – Un monumento a don Peppe Diana, Natale ad Aversa, la Casa delle Eccellenze Aversane. Sono questi alcuni dei temi presenti nei 54 emendamenti che i consiglieri comunali, tutti di opposizione, hanno presentato al bilancio preventivo per il 2021. – continua sotto – 

Sebbene si sia a settembre inoltrato, infatti, lo strumento contabile verrà in discussione in Consiglio comunale solo il prossimo 14 settembre, in prima convocazione, e il giorno successivo in seconda. Bilancio preventivo 2021 che andrà in Consiglio insieme a quello consuntivo per il 2020 e agli equilibri di bilancio per il 2020. Insomma, un concentrato di decisioni finanziarie giunte in consiglio oltre il termine previsto dello scorso 31 luglio e dopo che il prefetto di Caserta Raffaele Ruberto ha diffidato, per tutti e tre gli argomenti, l’amministrazione ad approvarli entro venti giorni dalla notifica della diffida stessa. – continua sotto – 

54, si diceva, gli emendamenti tra i quali il più importante per le conseguenze economiche sugli aversani è quello presentato da Giuseppe Stabile, politico di lungo corso, già presidente del Consiglio comunale e vicesindaco, oggi consigliere di opposizione, che ha presentato un emendamento per evitare di far cadere sulle spalle degli aversani che già pagano i tributi i costi dei tributi non pagati, vendendo un immobile comunale, l’ex casa del fascio, del valore di un milione e duecentomila euro. «Lo stesso importo – ha dichiarato Stabile – che l’amministrazione Golia ha scelto di riversare sui contribuenti aversani. Si tratta di una somma spostata, dopo l’autorizzazione dell’ente di ambito, dal fondo dei crediti di difficile esigibilità. Poiché il costo della raccolta e smaltimento rifiuti deve essere coperto dai cittadini, si riversa su di essi la morosità e di fatto l’incapacità di riscuotere». «L’emendamento ha ricevuto – ha continuato Stabile – il parere negativo del dirigente di settore, ma non è stato bocciato, come qualche amministratore di maggioranza poco avveduto ha affermato, lo potrà fare solo il consiglio e, in ogni caso, quanto da me denunciato è di una gravità inaudita soprattutto per un’amministrazione che afferma di stare vicino ai cittadini onesti». – continua sotto – 

Stabile ha presentato anche un emendamento relativo al Natale ad Aversa non previsto in bilancio. Gli altri cambi nello strumento contabile sono stati presentati dai consiglieri comunali Paolo Santulli, Luigi Dello Vicario, Gianluca olia, Francesco di Palma, Eugenia d’Angelo, Maurizio Danzi e Alfonso Oliva. Dello Vicario ipotizza la realizzazione della casa delle eccellenze aversane e chiede di postare maggiori risorse per sicurezza stradale e contro il degrado urbano. Per quanto riguarda il trio Pd Santulli, D’Angelo e Danzi, non poteva mancare la pulizia del suolo che deve ospitare la pista di atletica leggera e un fondo per consentire l’assicurazione per i percettori del reddito di cittadinanza per farli lavorare nel pubblico. – continua sotto – 

Sono una trentina, invece, gli emendamenti presentati da Golia e Di Palma. Tra tutti spicca quello relativo ad un concorso di idee per la realizzazione di un monumento a don Peppe Diana, il sacerdote casalese trucidato dalla camorra, da collocare nella rinnovata piazza a lui dedicata. Da evidenziare, poi, la proposta da realizzare in una proprietà comunale di una casa per papà separati. Interessanti anche le proposte dei due consiglieri relativamente all’assistenza. Si va da misure in favore di famiglie con soggetti in carcere a borse di studio sul tema della legalità e a favore di studenti bisognosi e meritevoli all’assistenza trasporti per i non autosufficienti. Mentre, invece, ancora in materia di cultura, un premio per la pubblicazione più meritevole sulle origini di Aversa che, in questi ultimi anni, in vista del Millennio (oggetto di un’altra iniziativa di Santulli e soci) è stata più volte messa in discussione.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico