Politica

Sant’Arpino, Pezone: “Le solite ‘bollette pazze’ nelle case dei cittadini”

di Redazione

Sant’Arpino (Caserta) – Critica duramente l’amministrazione comunale Francesco Pezone sulla questione “bollette pazze”. Il candidato alla carica di consigliere comunale nella lista “Insieme”, a sostegno del candidato sindaco Eugenio Di Santo, fa riferimento agli avvisi di pagamento che in questi giorni stanno arrivando nelle case dei cittadini. Avvisi che, in diversi casi, riguardano bollette già pagate dai cittadini. – continua sotto

“I cittadini – commenta Pezone – si lamentano quotidianamente dei disservizi e degli errori di un Comune che sembra uscito da un conflitto bellico. Il sindaco Giuseppe Dell’Aversana e il suo gruppo in cinque anni hanno distrutto tutto quello che c’era da distruggere ed hanno anche abbattuto il collegamento tra la classe politica e i cittadini: non conviene a nessuno dare spiegazioni quando non si è in grado di prendere delle decisioni in merito a questioni spinose. Per cinque anni, in questo periodo, sono arrivate nelle case dei cittadini bollette con errori e per cinque anni nessun amministratore ha trovato una soluzione a questo problema”. – continua sotto

Pezone ha poi sottolineato che gli errori quasi certamente sono legati ai mancati aggiornamenti delle banche dati. “Chi ha percorso strade in discesa nella vita non può avere capacità risolutive in politica perché crede che tutto gli è dovuto. Carte alla mano – continua il candidato consigliere – gli errori sono legati quasi certamente alle banche dati che devono essere aggiornate e non ci vuole una laurea in biologia per comprenderlo. I nostri amministratori, però, nonostante svariati titoli conseguiti, dopo oltre mille e ottocento giorni non sono riusciti ad inquadrare il problema per risolverlo e a pagare, ancora”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico