Napoli

Napoli, rapina con un coltello vicino stazione: 2 arresti della Polfer

Durante il week end del primo maggio, l’attività degli agenti della Polizia Ferroviaria, sui treni e nelle stazioni della Campania, ha consentito di controllare 1.225 persone sospette e di trarre in arresto quattro. – continua sotto – 

Domenica 2 maggio, personale del Compartimento Polizia Ferroviaria ha proceduto al fermo di tre uomini in quanto resisi responsabili del reato di rapina aggravata dall’uso di arma da taglio in concorso. I tre uomini, italiani, due 35enni e un 33enne, tutti con numerosi precedenti di polizia e senza fissa dimora, durante la notte, in piazza Garibaldi, sotto la minaccia di un coltello, hanno costretto un 34enne napoletano a consegnare loro la somma di 130 euro. Quest’ultimo si è rivolto ai poliziotti in servizio al settore operativo di Napoli Centrale fornendo una descrizione dettagliata dei rapinatori, sulla base della quale è stata avviata una veloce indagine che ha permesso di individuare gli autori della rapina, già noti alle forze dell’ordine, poi riconosciuti dalla vittima. – continua sotto – 

Su disposizione della Procura, i tre fermati sono stati associati al carcere di Poggioreale. Nella stessa giornata, nel corso dei servizi di vigilanza all’interno della Stazione di Napoli Centrale, gli agenti hanno riconosciuto e arrestato un uomo pachistano sessantacinquenne, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Latina. L’uomo, lo scorso mese di dicembre, si era reso responsabile, a bordo di un treno regionale sulla tratta Roma-Napoli, di una rapina aggravata ai danni di un cittadino dello Sri Lanka: l’uomo, dopo aver fatto bere alla vittima una bevanda nella quale era stata aggiunta sostanza soporifera (“benzodiazepine”), si era impossessato della somma di oltre 1.400 euro. Le indagini dei poliziotti, anche grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza, hanno permesso di individuare lo straniero che ieri è stato rintracciato in stazione e condotto in carcere.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico