Aversa

Aversa, il luogotenente scomparso in tragico incidente: il sogno della fattoria didattica

Aversa (Caserta) – Il suo sogno, quello di dare vita ad una fattoria didattica, gli è stato fatale. R.D.A. 61 anni, aversano, era andato in pensione dal suo lavoro di luogotenente della Guardia di finanza da poco meno di tre anni ed era a Roccaromana, nell’area casertana del medio Volturno, proprio per incombenze relative al proprio obiettivo. Lì il destino beffardo gli ha fatto incontrare la morte. – continua sotto – 

L’uomo viaggiava lungo la provinciale che collega Roccaromana e Pietramelara quando, per ragioni da accertare, avrebbe perso il controllo della sua Smart finendo fuori strada e contro le pareti rocciose di una scarpata adiacente la carreggiata. Per lui non c’è stato nulla da fare. L’impatto, infatti, è stato violentissimo. Il luogotenente è deceduto sul colpo. Inutile il soccorso portato da alcuni automobilisti di passaggio che hanno allertato i carabinieri e i sanitari del 118. Questi ultimi sono giunti sul posto da Caianello, ma al loro arrivo non hanno potuto far altro che constatare il decesso del pensionato. Sul luogo dell’incidente anche i Vigili del fuoco del distaccamento di Teano che hanno proceduto alla messa in sicurezza della strada e al recupero della Smart che non era più in grado di marciare. – continua sotto – 

Ad effettuare i rilievi del caso che potranno consentire la ricostruzione dell’incidente sono stati i carabinieri della stazione della vicina Pietramelara. Dopo le formalità di rito, su disposizione del magistrato della Procura di Santa Maria Capua Vetere, il corpo del 61enne è stato trasferito all’istituto di medicina legale di Caserta per l’esame autoptico. A far perdere il controllo dell’autovettura all’ex finanziere potrebbe essere stato un malore. Saranno, comunque, l’autopsia sulla salma e i controlli sulla vettura a far conoscere maggiori dettagli sulla causa di quanto accaduto. – continua sotto – 

Ovviamente, la notizia del decesso improvviso del 61enne si è immediatamente diffusa ad Aversa, dove il luogotenente è nato e viveva anche dopo essere andato in pensione. A ricordarlo un suo ex collega presso la compagnia di Giugliano dove l’uomo ha lavorato dopo essere stato a Pozzuoli e prima di essere trasferito a Napoli, per poi andare in quiescenza poco meno di tre anni fa. «Era una persona buona e, soprattutto, dedito, appassionato al proprio lavoro», ha dichiarato il commilitone, che ha aggiunto: «Era considerato uno dei più abili verificatori delle scritture contabili. Non dico queste cose come circostanza, così come accade in questi casi. Aveva un suo sogno da quando era andato in pensione: dare vita ad una fattoria didattica e, a quanto pare, questo suo sogno ne ha causato la morte».

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico