Aversa

Aversa, monumento a Cimarosa nel degrado: la denuncia di Oliva

Aversa (Caserta) – L’aiuola di piazza Giuseppe Mazzini che ospita il monumento al figlio più importate di Aversa, il genio dell’opera buffa e del Settecento Napoletano, Domenico Cimarosa, è in condizioni pessime. A lanciare l’allarme il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Alfonso Oliva, che ha rivolto una richiesta all’assessore all’igiene urbana e verde pubblico, Elena Caterino, al sindaco Alfonso Golia e al presidente della commissione consiliare Ambiente, Maurizio Danzi, nella quale si «denuncia lo stato di totale abbandono in cui versa l’aiuola antistante la stazione ferroviaria della nostra città che per la allocazione è di fatto il biglietto da visita del Comune di Aversa per chi vi arriva in treno». «Questo stallo – continua Oliva – risulterebbe assegnato, o meglio adottato, da una società che ha installato il proprio cartello pubblicitario ma non ha provveduto alla ordinaria manutenzione». Da queste considerazioni parte l’invito a verificare quanto denunciato ed a provvedere alla revoca della concessione per inadempimento». In chiusura, Oliva comunica «la disponibilità del locale circolo di Fratelli d’Italia ad adottare lo spazio de quo, donandogli il decoro che gli spetta essendo ivi allocata la statua del nostro concittadino più illustre, il Maestro Domenico Cimarosa». – continua sotto – 

Un allarme che trova d’accordo Eugenia D’angelo, consigliera comunale Pd, frangia opposizione, che, sull’argomento ha dichiarato: «Per onestà intellettuale non possiamo non riconoscere che quanto affermato dal consigliere di Fratelli d’Italia corrisponde al vero: l’aiuola antistante l’ingresso della Stazione ferroviaria versa in uno stato pietoso e, pertanto, sarebbe opportuno che l’assessore all’Ambiente, di concerto con il dirigente competente, revocasse “l’adozione” e provvedesse, tramite gli uffici preposti, alla pulizia dell’aiuola e alla cura del verde». «Detto questo, – aggiunge la D’Angelo – devo però sottolineare che la Commissione Consiliare Ambiente non ha notificato il Regolamento per l’affidamento degli spazi verdi da dare “in adozione” alla Commissione Consiliare Affari Generali, nonostante rientrino nel Patrimonio del Comune di Aversa e, perciò, nella competenza della Commissione di cui sono Presidente. E, inoltre, l’assoluta immobilità della Commissione Consiliare Statuto, presieduta dal Sindaco, rende vano il lavoro fatto nelle Commissioni sui tanti Regolamenti da portare in Consiglio Comunale solo per l’approvazione definitiva. Come sempre, tra il dire e il fare c’è di mezzo la città». – continua sotto – 

«Abbiamo già provveduto – ha dichiarato il consigliere comunale di maggioranza Antonio Andreozzi, componente della commissione consiliare Ambiente – ad allertare nei giorni scorsi, per quanto di nostra competenza, gli uffici affinché sollecitassero il privato che ha in adozione l’aiuola di piazza Mazzini a provvedere alla sua immediata manutenzione. Lo stesso ci ha assicurato che in pochi giorni avrebbe ripristinato lo stato di decoro dell’area, non avendolo ancora fatto autonomamente a causa di un problema all’attrezzatura da giardinaggio utilizzata dalla ditta che avrebbe dovuto effettuare materialmente gli interventi. Ad ogni modo, lo stesso ci ha assicurato che interverrà a giorni, diversamente prenderemo i provvedimenti del caso».  Laconica la dichiarazione della pur attivissima assessore all’Ambiente Elena Caterino che, in proposito, ha affermato: «A seguito di verifica della corretta manutenzione delle aree verdi da parte di affidatari, si è provveduto a sollecitare prontamente gli inadempienti come nel caso citato».

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico