Napoli

Serie A, le armi del Napoli per puntare allo Scudetto

Sono già passati alcuni mesi da quando il pallone è tornato a rotolare negli stadi più belli d’Europa. Dalla Bundesliga alla Premier League, passando per Liga spagnola e Ligue 1. Ovviamente, il tutto, per arrivare alla nostra Serie A, tornata ad essere uno dei campionati più belli e avvincenti del mondo. Obiettivo di tutte le squadre della massima serie italiana, specialmente delle big, è quello di spodestare la dominatrice degli ultimi nove campionati consecutivi e favorita anche quest’anno dalle quote di calcio: la Juventus. La missione, però, non è neanche così facile, dato che i bianconeri vorranno provare a scrivere un nuovo pezzo di storia del calcio italiano, andando in doppia cifra a numero di scudetti vinti di fila. – continua sotto – 

Chi proverà sicuramente a combattere fino alla fine per sventare il decimo titolo consecutivo della Vecchia Signora è il Napoli di Rino Gattuso. I partenopei, tra l’altro, sono gli unici che lo scorso anno sono riusciti a togliere uno dei trofei italiani in palio alla Juventus, battendola in finale di Coppa Italia allo Stadio Olimpico di Roma. Una vittoria celebrata anche con un francobollo speciale emesso dalle Poste. Da quel momento, la squadra azzurra ha iniziato a riprendersi anche in classifica di Serie A, dopo un avvio e un inverno sicuramente molto complicati. Specialmente a causa del cambio in panchina, con Ancelotti esonerato e l’arrivo del suo ex calciatore ai tempi del Milan, Gattuso. – continua sotto – 

Con il tecnico calabrese, la squadra ha ricominciato a giocare un calcio veloce e piacevole agli occhi di tutti i tifosi, non solo quelli azzurri, permettendo al Napoli di centrare l’obiettivo della Coppa Italia e preparare al meglio la stagione successiva, cioè quella in corso. La cura Gattuso, dunque, sembra funzionare, insieme anche a quello che è stato un mercato davvero importante, imbastito al meglio dal ds Giuntoli e dal presidente del club campano Aurelio De Laurentiis. Su tutti, l’acquisto di Victor Osimhen dal Lille, pagato la cospicua cifra di 70 milioni di euro. Un colpo tra i più sensazionali del calciomercato italiano estivo e che ha portato grande qualità al reparto offensivo del Napoli. Non a caso ha già messo a segno due gol e qualche assist nelle partite giocate sinora, entrando nel 60% delle azioni da rete della squadra. – continua sotto – 

Da non dimenticare, poi, l’arrivo a Castel Volturno di Tiemoué Bakayoko. Il mediano, ex Milan, è stato prelevato dal Chelsea in prestito oneroso a due milioni e sta già fornendo al centrocampo di Gattuso maggior qualità e solidità rispetto al recente passato. Inoltre, l’ivoriano naturalizzato francese è riuscito a sostituire al meglio Allan, partito per raggiungere Ancelotti all’Everton in estate. Da non scordarsi, poi, l’arrivo di Andrea Petagna, che lo scorso anno era stato girato in prestito alla Spal, e Amir Rrahmani, rientrato dall’esperienza all’Hellas Verona. La punta italiana ha già realizzato il suo primo gol in maglia azzurra, dimostrando di aver assorbito al meglio i dettami tecnici impartiti dal proprio allenatore. – continua sotto – 

La velocità di gioco, specie nel possesso palla, grazie a uomini come Mertens e Lorenzo Insigne, abbinata alla qualità di palleggio, garantita, tra gli altri, da Fabian Ruiz, Zielinski e Lobotka, e alla solidità difensiva, portata avanti da Koulibaly e Manolas su tutti, permettono alla squadra di Gattuso di avere tutte le carte in regola per lottare fino alla fine per le primissime posizioni della classifica, magari con uno sguardo allo scudetto. Lo dimostra anche il rendimento di inizio stagione, che colloca i partenopei nella top tre della Serie A.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico