Aversa

Aversa, riparte la mensa scolastica. Tarantino invita tutti alla collaborazione

Aversa (Caserta) – Riparte il servizio di refezione scolastica nelle scuole della città di Aversa. L’esecuzione del contratto era stata sospesa lo scorso 3 marzo per effetto del lockdown imposto dal Governo per far fronte all’emergenza sanitaria dovuta dal diffondersi della pandemia da Covid-19. La ripresa avrà decorrenza da lunedì 19 ottobre, e fino al 31 gennaio del nuovo anno, permettendo alla ditta incaricata del servizio, “La Mediterranea”, di recuperare il periodo di sospensione mediante proroga del contratto in essere per una durata equivalente ai giorni di stop forzato.

“Dopo una serie di incontri organizzativi con le dirigenze scolastiche, è stata fissata al 19 ottobre la data per la ripresa del servizio di refezione. Un po’ in ritardo rispetto agli altri anni, ma questo è un anno particolare e difficile: le scuole hanno avuto bisogno di tempo per organizzare spazi e orari in base alle normative in continua e rapida evoluzione” ha dichiarato l’assessore alla Pubblica istruzione, Ciro Tarantino, che ha poi sottolineato: “Ne approfitto per ringraziare i dirigenti e il personale tutto della scuola per il complesso lavoro che hanno dovuto affrontare e che ancora certamente dovranno affrontare. La refezione parte in osservanza di quanto previsto dagli ultimi aggiornamenti dei protocolli di sicurezza nazionali e regionali che prevedono, sostanzialmente, lo scodellamento e disciplinano l’intera filiera del servizio di refezione. Tutti i dettagli sono stati definiti in un incontro con le dirigenze scolastiche e ditta fornitrice, e ci si convocherà ogniqualvolta se ne presenti la necessità. Ogni scuola provvederà, poi, a modulare e rimodulare le modalità organizzative monitorando costantemente funzionalità ed eventuali criticità. Solo la mensa della scuola dell’infanzia di via Ovidio potrebbe partire con qualche giorno di ritardo, dato che l’intera sede è, nei prossimi giorni, in via di nuova collocazione, grazie al fitto di locali più adeguati alla normativa anti-Covid19 che la Giunta ha deliberato la scorsa settimana, sulla base di un finanziamento ministeriale ottenuto, e a cui gli uffici stanno procedendo. Intanto, a breve, saranno avviate le procedure per il nuovo appalto del servizio”.

“So che molti genitori sono preoccupati per la ripresa delle attività scolastiche, e non solo per la mensa – continua l’esponente dell’esecutivo – ma ritengo fondamentale consentire la frequenza scolastica agli studenti, e limitarla solo nei casi strettamente necessari. La scuola è prima di tutto una comunità e si nutre di relazioni umane. Si tratta di un periodo nuovo e assurdo per tutti, in cui ci troviamo ad affrontare problematiche mai viste: purtroppo non si può pensare, né fingere, che tutto sia come prima. Ci sono contagi e disagi. Bisogna, allora, fare un grande sforzo collettivo per cercare di adeguarsi al continuo cambio di situazioni. Questo è uno di quei momenti dove una comunità deve essere solidale e manifestare un grande spirito di collaborazione. Nella prima fase dell’emergenza è stato così, spero che lo sia anche ora che stiamo, in qualche modo, tutti imparando a convivere con gli andamenti del virus”.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico