Benevento

Benevento, inquinamento fiumi: sequestrati 12 depuratori

Svolta nell’indagine “Cloralix” sull’inquinamento dei fiumi Calore e Sabato della provincia di Benevento, coordinata dai magistrati della Procura della Repubblica di Benevento: i carabinieri del Gruppo Tutela Ambiente di Napoli hanno dato esecuzione: al decreto di  sequestro  preventivo, disposto dal gip presso il Tribunale di Benevento di 12 impianti di depurazione gestiti dalla Ge.Se.Sa. spa, con  nomina di un amministratore giudiziario  ai fini della loro gestione; scattate anche perquisizioni nei confronti di diversi indagati.

La Procura della Repubblica di Benevento procede per i reati di inquinamento ambientale, frode nelle  pubbliche forniture, truffa aggravata, gestione illecita di rifiuti, scarichi di acque reflue senza autorizzazione, abuso d’ufficio e falsità  ideologico, ipotizzati, nella fase delle indagini a vario titolo, nei confronti dei soggetti gestori dei depuratori posti sotto sequestro, di pubblici amministratori e tecnici comunali che hanno rilasciato illegittime autorizzazioni agli scarichi, di gestori di laboratori privati incaricati di effettuare le analisi sulle acque oggetto di deputazione, di pubblici ufficiali incaricati di effettuare attività ispettive sul funzionamento dei depuratori gestiti nella provincia di Benevento dalla società Ge.se.sa.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

blank
Condividi con un amico