Campania

Coronavirus, in Campania 3.670 positivi: trend dei contagi è in calo

Il giorno di Pasqua, con l’ultimo report sui contagiati dell’Unità di crisi della Campania, offre un dato confortante che non si registrava da settimane, da quando l’epidemia da Coronavirus ha iniziato la sua crescita: solo 66 contagiati su 1.332 tamponi effettuati. E oltre ad essere un numero decisamente importante, rispetto a una situazione che in Lombardia specialmente ma anche in altre regioni del Nord continua ad essere preoccupante, segna una tendenza al calo dei contagiati che prosegue da giorni. Compresa la Pasqua, sono cinque giorni consecutivi che il numero dei positivi è sempre a due cifre. E una sola volta, nella scorsa settimana, si è superata la soglia dei cento (120 positivi). Il totale complessivo dei contagi è comunque a quota 3.670, su un numero complessivo di tamponi effettuati in Campania pari a 36.770.

Multe nel Napoletano – Un runner trovato a correre “per rimettermi in forma prima dell’abbuffata pasquale”. Una coppia che sta insieme da anni finge un corteggiamento per provare a intenerire i militari. Sono solo alcune delle scuse raccolte dai carabinieri del comando provinciale di Napoli durante i controlli anti-Covid nel periodo pasquale. A Marano è stato multato l’uomo sorpreso a fare footing in vista del pranzo di Pasqua. Sanzioni anche a Villaricca dove quattro amici si erano riuniti per giocare a carte. La motivazione in questo caso è stata la noia: tutti residenti in comuni diversi si erano dati appuntamento per trascorrere qualche ora di distrazione. A Villaricca due persone – un uomo e una donna – sono stati sanzionati perché non sono stati in grado di giustificare per quale motivo fossero insieme per accompagnare il cane nella passeggiata quotidiana. La donna ha detto di aver incontrato per caso l’uomo e di essere stata “corteggiata”. La menzogna è stata facilmente smascherata: i due erano già insieme da molti anni. Tre le persone sanzionate a Mugnano di Napoli: i carabinieri le hanno sorprese a bordo di un auto. Si sono giustificate dicendo di dover acquistare degli elettrodomestici e di essersi perse a causa del navigatore. Una dozzina le multe elevate a Ischia, tra cui quella a un uomo che, con i negozi chiusi, sosteneva di voler fare la spesa.

Librerie e cartolerie restano chiuse – Intanto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha firmato una ordinanza nella quale proroga i divieti in atto fino al 3 maggio. Annunciando, però, che dopo questa data sarà stabilito un calendario per l’avvio dei cantiere edili. Ma, a differenza delle indicazioni nazionali, non riapriranno in Campania cartolerie e librerie. Possibile di riapertura, ma solo due giorni a settimana, il martedì e venerdì con orario 8-14, per i negozi di abbigliamento per bambini.

Bloccata veglia pasquale con 40 persone – Una veglia pasquale in chiesa con 40 persone presenti è stata fermata dai carabinieri in una chiesa di Scafati, in provincia di Salerno. I miliari sono entrati nella parrocchia di Santa Maria delle Vergini durante il rito religioso e hanno identificato e messo in quarantena sacerdote e fedeli. Proprio il parroco ha cercato di chiarire quanto accaduto: “Nessuna volontà di violare la legge – ha detto don Giovanni De Riggi – purtroppo da una mia lettura della circolare del ministero dell’interno del 27 marzo, direzione centrale per gli Affari del Culto, avevo dedotto di poter celebrare nel rispetto di quanto in essa indicato. Alla celebrazione, tenuta a porte chiuse, erano infatti presenti le figure previste dal rito, assieme a loro familiari, opportunamente disposte una per banco, nel pieno rispetto della distanza sociale imposta, senza assembramenti”. Don Giovanni ha sottolineato che “non era una celebrazione pubblica” ma si è detto “profondamente dispiaciuto, e pronto ovviamente ad assumermi le responsabilità, rispetto alle decisioni che le autorità prenderanno”.

Isolato reparto ospedale di Pozzuoli – Tampone negativo al ricovero all’ospedale di Pozzuoli, poi positivo quando la paziente è stata trasferita all’ospedale del Mare di Napoli. Nel frattempo il virus si sarebbe esteso nel reparto di Medicina della struttura sanitaria puteolana, che è stato isolato con il personale sanitario e i pazienti sottoposti a tampone per verificare eventuali contagi. Tutto è cominciato con il ricovero di una donna con problemi ematologici e con febbre persistente. Ai tamponi è risultata negativa, poi il trasferimento e il risultato è cambiato con un nuovo test. Nell’ospedale di Pozzuoli sono risultati positivi 5 sanitari e due pazienti. Ora si attende l’esito degli altri tamponi.

Sto fujenti, blindata Madonna dell’Arco – Ha atteso da solo, attorniato da forze dell’ordine e volontari della protezione civile, che le porte del santuario della Madonna dell’Arco, a Sant’Anastasia, si aprissero alle tre in punto, col suono delle campane a festa, per arrivare all’immagine sacra della Vergine e deporre ai suoi piedi un cero, la fascia dei ‘fujenti’ ed un mazzo di fiori. È cominciato così il 569esimo pellegrinaggio alla Madonna dell’Arco, il primo in assenza di fedeli, ma in diretta Facebook, con il priore del santuario, padre Alessio Romano, che ha sostituito da solo le centinaia di migliaia di fedeli, i cosiddetti ‘fujenti’ che ogni anno arrivano scalzi davanti all’immagine sacra. Una fede, quella dei fujenti, che ha spinto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a blindare per tre giorni l’intera frazione del paese dove sorge il luogo sacro, per evitare un pellegrinaggio nonostante i divieti da Covid19. Nessun fedele è giunto al santuario o ha tentato di oltrepassare i blocchi.

Pozzuoli, fanno festa ammassati sulle scale e pubblicano video sul web Hanno ballato e cantato come se nulla fosse, ammassati sulle scale di una palazzina popolare di via Giorgio De Chirico, a Monterusciello, frazione di Pozzuoli. Uno spettacolo trash condotto da due uomini che hanno cantato davanti ad adulti e bambini quasi tutti senza mascherine e senza misure di protezione individuale. La festa, andata in scena dopo il pranzo di Pasqua, è stata ripresa con i cellulari e i video sono stati postati in diretta Facebook dagli stessi protagonisti che hanno taggato nel post anche il sito Cronaca Flegrea, il quale lo ha pubblicato. “Gente irresponsabile che non capisce l’emergenza che stiamo vivendo – ha detto il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia – A costoro dico: le forze dell’ordine presto vi faranno visita. Per il resto dovreste solo vergognarvi”.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico