Carinaro

Carinaro, quinto caso di contagio da coronavirus: lo ha contratto in ospedale

Carinaro (Caserta) – Nuovo caso di contagio da Covid-19, il quinto, a Carinaro. A comunicarlo il sindaco Nicola Affinito che, dopo la notizia ricevuta in serata, ha contattato i familiari della persona che ha contratto il virus, la quale è in buone condizioni e si trova in cura nella propria abitazione, monitorata dal medico di base e alle autorità sanitarie. I suoi familiari resteranno in sorveglianza attiva. Intanto, sono due i guariti sui cinque casi complessivi di contagio.

“Non siamo in una situazione critica da un punto di vista epidemiologico, non esiste alcun pericolo di allarmismo soprattutto alla luce del fatto che ogni contagio è avvenuto senza nessun riferimento all’altro. Quest’ultimo ha contratto il virus in ambiente ospedaliero perché di recente ricoverato per sintomi del tutto diversi da quelli della coronavirus Covid-19”, fa sapere Affinito, la cui amministrazione comunale, insieme al Coc – Centro operativo comunale, ha da subito attivato tutti i protocolli e le misure di sicurezza previste per la gestione di un nuovo contagio e resta in continuo contatto con le autorità sanitarie competenti che hanno il diretto controllo e il monitoraggio delle situazioni specifiche e di tutto il quadro generale.

Sul fronte della solidarietà, oggi è continuata la consegna dei buoni spesa e dei libri a domicilio, mentre si stanno predisponendo ulteriori misure di prevenzioni per prossimi giorni. “Sono consapevole dei sacrifici che vengono richiesti a cittadini – dice il sindaco – ma ognuno di noi deve fare la sua parte nel far proprie le misure che servono al contenimento del contagio. Per questo volevo far arrivare loro, da parte mia e di tutta l’amministrazione, la nostra vicinanza per questi giorni così difficili e così inusuali che tutti stiamo attraversando. Uno stravolgimento radicale della vita quotidiana di ognuno di noi, al quale la maggior parte ha risposto in maniera straordinaria, con un’autodisciplina e un senso di comunità e solidarietà che fanno ben sperare nel contenimento del contagio”. Infine, l’appello: Non possiamo permetterci in questi giorni tante abitudini delle nostre giornate non possiamo fare una passeggiata al parco, il gioco con i nostri amici, le corse in gruppo, le chiacchierate sulle panchine, tutto ciò può aspettare, la nostra salute no. Allora vi chiedo un ulteriore sforzo, in primo luogo di responsabilità, rispettiamo le norme per la nostra sicurezza e per la nostra salute per permetterci di tornare a vivere appieno la nostra vita. Per evitare il peggio c’è un solo modo: restiamo a casa”.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

blank
Condividi con un amico