Orta di Atella

Orta di Atella, il Circolo Didattico commemora Shoah e Foibe e condanna discriminazioni

Orta di Atella (Caserta) – Memoria ed Impegno Civile: fitto il calendario di iniziative al Circolo Didattico di Orta di Atella diretto dalla dottoressa Maria De Marco. A partire dal 27 gennaio e fino alla fine di febbraio sono previste, a vari livelli, iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi della Shoah, delle Foibe e delle discriminazioni che avvengono purtroppo ancora oggigiorno.

I docenti hanno programmato specifici momenti di riflessione in modo da raggiungere gli obiettivi di sensibilizzazione previsti dalle disposizioni legislative salvaguardandone la dimensione storica specifica ma anche facendone delle occasioni di riflessione in una realtà caratterizzata da forme attuali di razzismo e di violenza. Saranno proposte agli alunni le testimonianze di Elisa Springer, Elie Wiesel, Levi, Bucci e tanti altri che hanno vissuto le atrocità dell’odio razziale. I disegni di Helga Weissova, l’impegno della senatrice Liliana Segre e le produzioni cinematografiche che raccontano le vicende, saranno l’argomento principale delle prossime giornate scolastiche.

Il 27 e 28 gennaio, al Santuario di San Salvatore da Horta, alunni e rappresentanze dei genitori assisteranno alla proiezione del film “La vita è bella”. Seguirà la testimonianza di una famiglia siriana e verranno letti e commentati alcuni articoli della Costituzione italiana. Mercoledì 29 gennaio, invece, nella chiesa San Massimo, ci sarà l’incontro con Tullio Foà, esponente della comunità ebraica di Napoli e tra i pochi sopravvissuti ai campi di sterminio. Foà racconterà ai bambini di Orta di Atella la sua esperienza di bambino che all’epoca ha dovuto subire e vedere con i propri occhi l’orrore, la morte e la vergogna di quelle leggi razziali che hanno visto deportare ben 8milaebrei italiani nei campi di concentramento.

Il 7 febbraio, Giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo, il Circolo Didattico esporrà dalle finestre dei tre plessi di scuola primaria, il nodo blu realizzato dagli alunni con l’aiuto dei docenti. Nella stessa giornata, in tutte le classi sarà organizzato un momento di riflessione volto in particolar modo alla sensibilizzazione contro i pericoli del web. Il 21 febbraio, gli alunni e i loro genitori saranno chiamati a partecipare ad un convegno nel quale il docente Francesco Diana, psicologo e referente di istituto per il contrasto al fenomeno del bullismo, e la docente Rossella Sibillo, avvocato e coordinatrice del progetto di Cittadinanza e Costituzione, dialogheranno con il professor Emilio Tucci che insegna Informatica Giuridica all’Università “Vanvitelli” di Caserta.

“Le politiche educative del Circolo Didattico di Orta di Atella – afferma la dirigente De Marco – ritengono indispensabile la promozione di percorsi di crescita culturale e di educazione alla consapevolezza, in modo particolare la consapevolezza digitale, così come il fornire aiuto alle famiglie per acquisire gli strumenti necessari a identificare tempestivamente segnali di sofferenza nei bambini”. “La scuola, fucina di apprendimenti, – continua la dirigente – è il primo avamposto della ‘Resistenza’ ad ogni forma di logica di prevaricazione e lo sforzo di sollecitare i bambini alla riflessione, alla lettura critica dei fatti e alla piena solidarietà umana, non è mai abbastanza o addirittura superfluo”.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico