Aversa

Aversa, allarme inquinamento atmosferico in città: lo rileva l’Arpac

Aversa (Caserta) – E’ allarme inquinamento atmosferico ad Aversa dopo che l’Arpac, l’Agenzia regionale per l’ambiente, ha comunicato all’amministrazione comunale i dati relativi all’inquinamento ambientale così come risulta dalle due centraline, una fissa e l’altra mobile, installate nella città normanna. Ad attivarsi sia le opposizioni che la maggioranza. Per le prime a lanciare l’allarme, con un’interrogazione rivolta al sindaco Alfonso Golia, che detiene la delega all’Ambiente, il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Roberto Romano, che chiede «all’assessore all’Ambiente di riferire in merito ad una comunicazione dell’agenzia dell’ambiente che, attraverso le centraline, rileva un alto tasso di presenza di polveri sottili in città».

Sempre dall’opposizione, Gianluca Golia di “Cambiamo!” attacca: «Il superamento dei livelli massimi delle polveri sottili in città rappresenta il segnale tangibile che c’è bisogno di fare di più per l’ambiente. Il tutto è da rapportare alla necessità impellente di fare un piano traffico urbano adeguato. A questo si aggiunge, quindi, una gestione più accurata delle zone a traffico limitato. Aversa riceve quotidianamente, oltre alle auto cittadine, una moltitudine di automobilisti che si riversano da altri paesi limitrofi. Insomma, Aversa è ingolfata e la salute degli aversani deve essere tutelata a tutti i costi e al più presto».

Dalla maggioranza interviene Paolo Cesaro de “La Politica che Serve”: «L’inquinamento ambientale, costituito principalmente dai gas di scarico emessi dalle autovetture, la viabilità cittadina, che in determinate ore di punta è paralizzata a causa della notevole affluenza di veicoli e dall’assenza di servizi di trasporto pubblici, ed il relativo impatto di questi aspetti sul commercio cittadino, sono stati il tema di un confronto informale tenutosi tra i presidenti ed i componenti delle commissioni consiliari Affari generali, Ambiente ed Urbanistica». «Dal confronto – ha continuato Cesaro – è emerso, in maniera chiara ed univoca, la volontà e l’intenzione dei consiglieri di convocare una apposita commissione congiunta che abbia come unico scopo quello di affrontare la problematica nella sua interezza, affrontando ogni singolo aspetto, anche instaurando un’apertura anche con i cittadini, i quali in un secondo momento, nelle sedi opportune, avranno la possibilità di evidenziare determinate problematiche e di avanzare eventuali suggerimenti».

Da qui la richiesta del presidente della commissione Affari Generali, Eugenia D’Angelo, di convocare la commissione congiunta. Lo stesso Cesaro, insieme al collega di partito Mariano Scuotri, ha più volte ribadito che «l’amministrazione è sensibile al tema ambientale così come a quello del commercio, temi che inevitabilmente richiedono anche l’ausilio della commissione urbanistica».

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico