Home

Venezia, allagato il 70% del centro storico

Continua l’ondata di maltempo che da giorni si sta abbattendo su gran parte dell’Italia. Il dipartimento della Protezione civile ha dichiarato l’allerta rossa in alcuni settori del Veneto e arancione sulla provincia di Bolzano, su parte di Friuli Venezia Giulia, Liguria, Toscana e Veneto. A Venezia chiusi piazza San Marco, la Basilica e Palazzo Ducale: già allagato il 70% del centro storico.

La marea ha raggiunto alle 11:26 una punta massima di 154 centimetri alla Punta della Salute e poi, rileva l’Ufficio Meteo del Comune di Venezia, ha iniziato a calare. Alto il valore anche a Burano dove la marea ha raggiunto i 149 centimetri e a Chioggia con 146 centimetri. Sospesi i mezzi di trasporto pubblici, scuole chiuseI mezzi di trasporto pubblici a Venezia sono stati sospesi e le scuole rimangono chiuse per il terzo giorno. I vaporetti, informa l’azienda comunale per il trasporto pubblico, rimangono tutti fermi fino a cessate esigenze, tranne quelli che garantiscono il collegamento con le isole.

Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha invitato cittadini e turisti “a evitare gli spostamenti”. “Un’altra giornata di allerta per Venezia. – ha scritto su twitter – Il vento di scirocco continua a soffiare. Vi invito a evitare gli spostamenti e a tenervi aggiornati sul livello dell’acqua con il Centro Maree. Serve la collaborazione di tutti. Grazie”. “Il sindaco Luigi Brugnaro è stato nominato commissario per l’emergenza e con lui ho fatto un sopralluogo a Venezia. La situazione è complessa ma lo Stato c’è e il governo è pronto a fare tutto ciò che è necessario per proteggere questa preziosa”. Così in un tweet il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà.

Allerta gialla invece su Lazio, Abruzzo, Marche, Umbria, Molise, su gran parte dell’Emilia-Romagna, su parte della Lombardia e sui settori rimanenti di Friuli Venezia Giulia, Toscana, Veneto e Liguria. Oltre alla pioggia e al forte vento di burrasca, al Nord torna la neve. I fiocchi compariranno oltre i 400-600 metri sul Piemonte e, sopra gli 800-1000 metri, su Lombardia, Veneto e Trentino Alto Adige, dove sono attesi fino a 70 centimetri che si aggiungeranno alla neve caduta nei giorni scorsi.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico