Aversa

Aversa, aggredisce l’ex moglie in strada: 64enne di Sant’Arpino ai domiciliari

Aversa – Ha atteso mesi e mesi prima di denunciare quell’inferno al quale aveva pensato di aver posto fine. Invece, il suo ex marito l’ha incrociata mentre era in auto e ha sferrato pugni e calci contro la vettura. Nel corso della mattinata di ieri, i carabinieri della compagnia di Aversa, guidati dal maggiore Terry Catalano, hanno proceduto all’arrestodi C.C., 64 anni, originario di Sant’Arpino.

Gli atti di violenza nei confronti della donna erano iniziati nel 2017. I due coniugi, già legalmente separati, hanno un figlio maggiorenne che vive con la madre. L’uomo era già stato colpito da un provvedimento di divieto di avvicinamento. Tre giorni fa ha incontrato casualmente l’ex moglie a Giugliano, dove lei attualmente vive dopo la separazione, e l’ha aggredita brutalmente con pugni e calci contro la macchina.

A seguito di questo ennesimo atto di violenza, la donna si è rivolta ai carabinieri della stazione di Aversa che, dopo aver raccolto tutti gli elementi a riscontro, hanno chiesto al magistrato l’aggravamento della misura con una più afflittiva. Il giudice del tribunale di Napoli nord, accogliendo pienamente le risultanze raccolte dagli uomini del maresciallo Faiola, comandante della stazione carabinieri di Aversa, ha convertito il provvedimento già in precedenza emesso nella misura più grave degli arresti domiciliari.

L’arresto è scaturito dall’esecuzione di aggravamento della misura del divieto di avvicinamento dell’uomo alla moglie. Da qui il trasferimento agli arresti domiciliari per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. La signora, sino a qualche anno fa, abitava e lavorava ad Aversa dove ha continuato a nutrire un fortissimo senso di fiducia nei confronti dei militari che per due anni hanno accolto e ricevuto le molteplici denunce a carico dell’ex marito.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Condividi con un amico